CA’ DI RAJO – Azienda Agricola di Cecchetto Bortolo

Indirizzo: Via del Carmine, 22 – 31020, San Polo di Piave(TV)
Telefono: +39 0422 855885
Fax: +39 0422 855885
WWW: www.cadirajo.it
Email: info@cadirajo.it


laVINIum – 09/2014
Le nostre impressioni di quattro anni fa su Ca’ di Rajo hanno trovato piena conferma nella degustazione di questi giorni, anzi, abbiamo la netta sensazione di un ulteriore passo in avanti. Si confermano non banali e di grande piacevolezza le tre versioni di Prosecco, in particolare la Cuvée del Fondatore dimostra come si possa fare un ottimo Prosecco senza residuo zuccherino (in ogni caso, nelle altre versioni, in azienda si utilizzano fruttosio e glucosio presente nel mosto). Non è facile all’interno di una denominazione così vasta e fortemente caotica, dove a grandi numeri produttivi si contrappone una qualità raramente elevata, riuscire a proporre dei vini che abbiano un proprio stile ed esprimano al meglio le caratteristiche della glera, la varietà da cui nasce il Prosecco.
C’è poi un bianco fermo, il Nina, ottenuto da incrocio Manzoni 6.0.13, una vendemmia tardiva che diventa ogni anno più buona.
Altro punto di forza, che dimostra come Simone Cecchetto stia centrando sempre meglio i propri obiettivi, sta nei vini rossi, soprattutto dove il raboso la fa da padrone, lo testimoniano il dinamico Sangue del Diavolo 2009 e l’intenso Notti di Luna Piena Riserva 2007.

05/2010
Sono esattamente 38 anni da quando Marino Cecchetto con sua moglie Palmira sono passati da mezzadri con la storica azienda Giol a fondatori e proprietari della Ca’ di Rajo a San Polo di Piave, nel trevigiano. Da allora la famiglia si è ampliata, sono subentrati il figlio Bortolo e sua moglie Sandra, poi il nipote Simone e infine Alessio e Fabio, ultimo nato in cui è riposto il futuro dell’azienda.
La cultura del vino, quindi, è parte integrante del vissuto dei Cecchetto, tramandata di padre in figlio e migliorata ad ogni cambio generazionale, grazie alle sempre maggiori conoscenze acquisite e ad una migliore efficienza tecnologica.
Le uve allevate sono quelle tipiche della zone del Piave, quelle a bacca bianca sono principalmente prosecco, incrocio Manzoni bianco, verduzzo, pinot bianco, pinot grigio, sauvignon e chardonnay, mentre a bacca rossa sono raboso (che si è rivelato a nostro avviso il fiore all’occhiello di questa realtà), cabernet franc, cabernet sauvignon e merlot.
Le linee di produzione sono sostanzialmente due, una “base” che prevede bianchi, spumanti e rossi da monovitigno, e una “Cru” riguardante le migliori selezioni aziendali. Noi abbiamo avuto modo di degustare sei diverse tipologie, con risultati per certi versi sorprendenti, poiché non è così frequente trovare una qualità media tanto elevata in queste zone.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
LeMoss Glera Frizzantes.a.da 5,00 a 7,50 euro@@
Manzoni Rosa Extra Dry Millesimato2015da 10 a 15 euro@@@
Marinò Rosso2007da 15 a 25 euro@@@@
Marinò Rosso2010da 15 a 25 euro@@@@
Nina Incrocio Manzoni 6.0.132008da 10 a 15 euro@@@@
Nina Manzoni Bianco2013da 10 a 15 euro@@@@
Piave Cabernet Sauvignons.a.da 5,00 a 7,50 euro@@@
Piave Raboso Notti di Luna Piena Riserva2005da 15 a 25 euro@@@@
Piave Raboso Notti di Luna Piena Riserva2007da 15 a 25 euro@@@@@
Piave Raboso Sangue del Diavolo2006da 15 a 25 euro@@@@
Piave Raboso Sangue del Diavolo2009da 15 a 25 euro@@@@
Prosecco Dry Millesimato2009da 5,00 a 7,50 euro@@@
Prosecco Dry Millesimato2013da 5,00 a 7,50 euro@@@
Sauvignon2013da 5,00 a 7,50 euro@@@
Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore2013da 10 a 15 euro@@@
Valdobbiadene Prosecco Superiore Extra Dry Millesimato2013da 10 a 15 euro@@@
Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore2016da 10 a 15 euro@@@@

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani