BADIA DI MORRONA

Logo Gaslini albertiIndirizzo: Via del Chianti, 6 – 56030 Terricciola (PI)
Tel.: +39 0587 658505
Fax: +39 0587 655127
Sito: www.badiadimorrona.it
Email: info@badiadimorrona.it


laVINIum – 01/2022

Quando il vocabolo “Badia” viene menzionato, oltre naturalmente a indicare il complesso degli edifici claustrali oppure le chiese anticamente monastiche, richiama simbolicamente l’abbondanza e il benessere. In estrema ratio, si intende un luogo che possiede importanza e ricchezza. Quella di Morrona s‘immatricola degnamente a tale contesto, in quel di Terricciola, sulla strada dl vino delle Colline Pisane, dove un mosaico di paesaggi di antiche origini, è capace di stupire per varietà, colori e qualità dei prodotti. Siffatte ondulazioni fanno parte dell’estesa denominazione Chianti, parte notoriamente preponderante della Toscana vinicola, anche se, assaggiando il loro Vigna Alta, viene alla mente una sorta di positiva affinità con i vini di altri comprensori non troppo distanti, come ad esempio quello ilcinese. Un nettare, infatti, che si distingue per una forte personalità, un’ottima concentrazione e svariati profumi intensi. L’impegno della famiglia Gaslini Alberti per la valorizzazione di questa perla di 600 ettari di terreno (di cui 110 a vigneto, 40 a uliveto, il resto a bosco e seminativo) non ha conosciuto soste nel corso del tempo, registrando anche notevoli cambiamenti sul fronte della direzione tecnico-enologica. Il Sangiovese ha comunque recitato un ruolo prevalente, poiché la proprietà di origini monzesi, ma orgogliosamente genovese di adozione, è sempre stata convinta (giustamente) che lo sviluppo e la caratterizzazione dell’azienda e del territorio pisano, passassero attraverso scelte agevolanti il vitigno più rappresentativo. Coinvolgente la verticale del loro vino simbolo, dove le coppie dei millesimi accostati sono letteralmente “scoppiate” (e scusate il gioco di parole) da un punto di vista organolettico: le più anziane sono state seguite da Corrado Dalpiaz, le mediane da Giorgio Marone e le più giovani da Adolfo Benvenuti.

Lele Gobbi

 


09/2018
La famiglia Gaslini Alberti vanta quasi ottant’anni dedicati alla vitivinicoltura, siamo in terra chiantigiana, nell’area delle Colline Pisane. Tutto ha inizio nel 1939, quando viene acquistato un terreno con annessa Badia del 1089, da allora la famiglia ha lavorato alacremente per ristrutturare l’edificio e le numerose case coloniche (oggi complesso agrituristico che vanta ben 120 posti letto e un pregevole ristorante), rinnovare i vigneti e adeguarli alle moderne tecniche di viticoltura, ampliare la cantina e il parco botti, tutto con il chiaro intento di fare qualità a tutto tondo, in ogni aspetto dell’attività imprenditoriale.

Vigneto azienda Badia di Morrona

Un vigneto dell’azienda Badia di Morrona

Oggi, dei 600 ettari di proprietà, Badia di Morrona vanta 110 ettari vitati, 40 a oliveto (varietà Frantoio, Moraiolo e Leccino) e la restante parte a bosco e seminativo. È interessante notare come per l’azienda il sangiovese sia il vitigno principe, tanto da occupare oltre metà dell’intero parco vitato; ad esso sono dedicati i vini di punta, la riserva Chianti Docg I Sodi del Paretaio e il VignaAlta Igt Toscana, oltre a una serie di rossi in uvaggio con vitigni internazionali.

Vista panoramica sul Podere dei Bricchi Astigiani

Vista panoramica sul Podere dei Bricchi Astigiani

Alla fine degli anni ’90, i Gaslini Alberti hanno deciso di allargare gli orizzonti e “sconfinare” in Piemonte, per la precisione in Frazione Repergo nel comune di Isola d’Asti, dove hanno acquistato il Podere dei Bricchi Astigiani. Venti ettari vitati dove il vitigno principe è la Barbera, a cui si affiancano il merlot e il pinot nero.

Roberto Giuliani

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
N'Antia2003da 25 a 50 euro@@@@
Chianti I Sodi del Paretaio2017da 10 a 15 euro@@@
VignaAlta2015da 15 a 25 euro@@@@
Barbera d’Asti Poderi dei Bricchi Astigiani2016da 10 a 15 euro@@@@
Chianti I Sodi del Paretaio2018da 5 a 7,5 euro@@@
Terre di Pisa VignaAlta2017da 25 a 50 euro@@@@
Rosato Vivaja2019da 7,5 a 10 euro@@@
Rosso Taneto2018da 10 a 15 euro@@@@
Chianti I Sodi del Paretaio2019da 5 a 7,5 euro@@@
N'Antia Rosso2017da 15 a 25 euro@@@@
Vermentino Felciaio2019da 7,5 a 10 euro@@@
Chianti I Sodi del Paretaio Riserva2017da 10 a 15 euro@@@@@
Chianti I Sodi del Paretaio Riserva 2019da 10 a 15 euro@@@@
Chianti I Sodi del Paretaio2021da 7,5 a 10 euro@@@
Terre di Pisa Sangiovese VignaAlta2018da 15 a 18 euro@@@@

RECENTI

  • Franciacorta Extra Brut Rosé Monique

    Franciacorta Extra Brut Rosé Monique

  • Alta Langa Extra Brut M+M 18 Perpetuelle Sbagliato 2018

    Alta Langa Extra Brut M+M 18 Perpetuelle Sbagliato 2018

  • Rosso Agar 2018

    Rosso Agar 2018

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2024 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani

mdstudiowebagency - Realizzazione, Restyling, e manutenzioni siti Web
Contatti Tel. 3921585226 - E-mail: mdstudioagency@gmail.com