TORRACCIA DI CHIUSI

Indirizzo: Località Montauto – 53037, San Gimignano(SI)
Telefono: -39 0577 941972
Fax: -39 0577 941972
WWW: www.cantinetorracciadichiusi.it
Email: s.boco@cantinetorracciadichiusi.it


laVINIum – 11/2011
No no, non c’entra nulla Chiusi, il comune della bassa Toscana indicato anche come uscita della A1, insieme a Chianciano Terme e Montepulciano. Siamo sempre in provincia di Siena, ma nel comprensorio di San Gimignano; qui, dopo la bellezza di 750 anni, la malmessa proprietà dell’antica famiglia De Vecchi Abbracciabeni è passata nelle mani di una zoologa (Donatella) e di uno storico (Stefano, suo marito), entrambi ambientalisti e spinti da indomita passione per queste terre a intraprendere l’avventura enoica.
Tutto ha avuto inizio dieci anni fa, un lavoro di restauro – non ancora terminato – di tutto l’apparato, dalla villa padronale al terreno agricolo, un’area abbandonata all’incuria e devastata per quarant’anni da ripetuti atti di vandalismo. Progressivamente hanno ripreso a vivere in equilibrio il bosco, il pascolo, i vigneti e gli uliveti, seguendo i dettami dell’agricoltura biologica. Un lavoro durato ben dieci anni e non ancora completato, di cui solo una coppia davvero innamorata di questi luoghi poteva farsi carico. A corredo della nuova azienda, da un antico casolare finemente ristrutturato è stato ricavato un agriturismo con 8 camere e 3 suite, utilizzando tecnologie improntate al risparmio energetico e alla salvaguardia ambientale (solo vernici ecologiche e fibre naturali).
E la vite? Attualmente ci sono 6,5 ettari vitati suddivisi in tre appezzamenti: ed ecco svelato l’arcano! Uno di questi si chiama Chiusi (2 ettari), dove vengono allevati a guyot 1 ettaro di verdicchio, mezzo di chardonnay e l’altro mezzo diviso equamente fra gewürztraminer e pinot nero; qui il terreno è prevalentemente sabbioso-limoso a reazione alcalina, ricco di calcare attivo e sostanza organica.
Poi c’è il Vallisi, altri due ettari di vigna ubicata ad est rispetto al centro aziendale, a 280 m s.l.m. con leggera pendenza ed esposizione a sud; qui si coltivano a cordone speronato 1,7 ettari di sangiovese e 0,3 di colorino; la composizione del terreno è diversa, limoso con leggero apporto calcareo, ricco di fosforo e povero di sostanza organica.
Infine, a quasi 300 m s.l.m., ubicato a sud con una doppia pendenza ed esposizione nord-est e sud-ovest, c’è la vigna Renzano (2,5 ettari), dove vengono coltivate 5 varietà, tutte a cordone speronato: ancellotta, alicante bouschet, barsaglina, merlot e sangiovese, quest’ultimo occupa l’area maggiore, circa 1 ettaro e mezzo; la composizione del terreno è simile a quella del Chiusi, sabbioso-limoso ma a reazione sub alcalina, con maggiore presenza di fosforo e moderata presenza di sostanza organica.
Tutto viene allevato seguendo il metodo biologico, la vendemmia effettuata a mano in piccole cassette, le uve riposano almeno 15 ore in una cella frigorifera della cantina a 12 ° C. Pressature leggere con l’ausilio di azoto per le uve bianche già diraspate, mentre le uve a bacca nera vengono messe in tini o barriques aperte, appena spaccate per non cedere tannini astringenti o vegetali e subiscono macerazioni variabili dai 15 ai 35 giorni in base alla qualità delle uve.
I vini rossi rimangono a contatto con le fecce nobili per almeno 60 giorni dopo la fermentazione e maturano tra i 15 e i 18 mesi in barriques di rovere francese. La qualità dei tannini l’abbiamo potuta verificare in degustazione, è davvero sorprendente: finissimi e privi di qualsiasi asperità, note verdi o amare. Notevole anche il Cver, verdicchio in purezza maturato in barrique sur lies per 8-9 mesi, di grande personalità e le cui caratteristiche assicurano una notevole longevità.
Un lavoro eccellente che merita attenzione.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Cver2009da 15 a 25 euro@@@@
Il Grosso2008da 15 a 25 euro@@@@
Tito2008da 15 a 25 euro@@@@
Turms2008da 15 a 25 euro@@@@

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani