VIGNAIOLI DEL MORELLINO DI SCANSANO

Logo Vignaioli ScansanoIndirizzo: Strada comunale del Saragiolo, Località Saragiolo – 58054 Scansano (GR)
Tel.: +39 0564 507288
Sito: www.cantinadelmorellino.it
Email: info@cantinadelmorellino.it


laVINIum – 11/2023

Continuiamo a parlare di cantine cooperative e il viaggio prosegue in Toscana, Maremma per essere più precisi. Fino a 20-25 anni fa, più o meno quando Lavinium ha mosso i primi passi nel web, la qualità media di queste realtà vitivinicole era accettabile: vini che accompagnavano egregiamente la buona tavola, da bere in contesti goliardici, spensierati e tutto fuorché prodotti indimenticabili nell’accezione più nobile del termine.

Cantina Vignaioli Scansano

Il modello altoatesino ha fatto scuola e nel corso degli anni un po’ in tutto il bel Paese la qualità media di questi vini è cresciuto esponenzialmente. Diversi i fattori determinanti: aver attribuito un costo ponderato all’uva prodotta dai soci conferitori selezionandone la qualità, seguirli pedissequamente durante le fasi del ciclo vegetativo e in fase di vendemmia, mettendo a disposizione un team di esperti enologi e agronomi; infine farli sentire parte integrante del successo dell’Azienda e sviluppare in loro un senso d’appartenenza reale e costante. Queste sono a tutti gli effetti le mosse vincenti messe in atto dalle varie cantine cooperative sparse un po’ in tutta Italia.

Cantina Vignaioli Scansano

Riguardo la Cantina Cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano la storia inizia nel 1972, grazie all’intuito e alla caparbietà di alcuni viticoltori coraggiosi. L’obbiettivo allora come oggi è promuovere, a vantaggio dell’intera comunità, la viticoltura di una delle aree più interessanti della bella Toscana, mediante vivi che rispecchino fedelmente le peculiarità messe a disposizione da madre natura. Quest’ultima in Maremma è stata particolarmente generosa. Qualche anno dopo, nel 1978 per l’esattezza, nasce la DOC Morellino di Scansano.
La Cantina di Saragiolo (GR) è tra i massimi promotori convinta più che mai che queste terre, in parte ancora incontaminate, siano in grado di regalare vini con sfumature del tutto particolari e differenti rispetto al resto della regione.

Cantina Vignaioli Scansano vigneti

Arriviamo agli anni Ottanta periodo storico in cui con lungimiranza, bisogna riconoscerlo, i soci della Cooperativa decidono di investire sulla qualità della materia prima e non sulla quantità, come spesso accadeva a quei tempi. Una scelta vincente considerando che negli anni a seguire il Morellino di Scansano incontra sempre più popolarità e successo commerciale. Aumentano le richieste e di conseguenza l’area di vinificazione, viene acquistato un nuovo impianto di imbottigliamento allo scopo di aumentare la produzione. Nel 2005 anche l’area dedicata all’affinamento del vino assume proporzioni più importanti, mentre nel 2010 lo staff agronomico ed enologico rivede completamente le pratiche di cantina e di vigneto. Lo scopo è quello di essere ancora più sostenibili e di limitare l’impatto ambientale.

Cantina Vignaioli Scansano vigneti

Tra il 2016 e il 2018 la sede viene interamente ristrutturata. In linea con tutte le grandi aziende del territorio nasce una nuova sala di accoglienza riservata agli ospiti, dove è possibile degustare i vini. Al timone oggi troviamo il Presidente Benedetto Grechi in carica da oltre trent’anni, coadiuvato dai due vicepresidenti: Paolo Gobbi e Riccardo Fusini; dal 2010 Sergio Bucci è il direttore generale.
La Maremma si affaccia sul Mar Ligure e Tirreno ed è compresa tra Toscana e Lazio, un’area geografica piuttosto vasta di circa 5000 km². Comprende diverse zone tuttavia si pensa sempre e solo a quella grossetana, in realtà esiste quella livornese e pisana e infine si spinge nel Lazio verso Civitavecchia. Le bellezze naturalistiche sono svariate: dal Monte Amiata a levante, all’Isola del Giglio e al Mar Tirreno a ponente. Coccolata da un clima mediterraneo lungo la costa, le estati sono piuttosto calde e le mezze stagioni piovose; gli inverni risultano temperati salvo comuni dove l’altitudine (500 metri sul livello del mare) si fa sentire, ad esempio Scansano e Manciano. Da queste parti il clima è ben più rigido.

Benedetto Grechi e Sergio Bucci

Benedetto Grechi e Sergio Bucci

La cultura enologica del territorio vitivinicolo di Scansano (GR), borgo incantevole di circa 4.200 abitanti, risale al periodo storico degli Etruschi, i primi ad intuirne il potenziale tanto da produrre vino già a partire dal III secolo a.C. Cento anni dopo arrivano i Romani che costruiscono ville e fattorie dove l’attività vinicola si sviluppa ulteriormente, come dimostra il sito archeologico di Aia Nova. Scansano nasce invece nel Medioevo (XII secolo d.C.) e fino al XV secolo fu proprietà della nobile famiglia degli Aldobrandeschi, per passare poi in mano alla Repubblica di Siena. Nel Cinquecento inizia un’importante opera di urbanizzazione e sviluppo demografico stimolata da svariate attività agricole e minerarie. Nell’Ottocento gli uffici pubblici di Grosseto vengono gestiti a Scansano durante la stagione estiva, stimolandone di fatto lo sviluppo.

Cantina Vignaioli Scansano vigneti

Nello stesso periodo Vannuccio Vannuccini, esperto di viticoltura e pioniere della viticoltura maremmana, in occasione di una conferenza a Parigi elogia le qualità del Morellino di Scansano ribadendo che “il potenziale dei vini locali si sarebbe potuto esprimere soltanto grazie al lavoro di una cooperativa”. Le sue parole furono di buon auspico: esattamente un secolo dopo, grazie al talento e alla caparbietà di molti pionieri dell’epoca, nasce la Cantina Cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano. Oggi quest’ultima produce 5 milioni di bottiglie, di cui 2,3 milioni di Morellino (20% della produzione della denominazione). Un parco vigneti di 700 ettari gestiti da 170 soci. L’azienda conta inoltre 30 dipendenti. La zona collinare è quella della provincia di Grosseto, tra i fiumi Ombrone e Albegna, e l’intero territorio di Scansano e parte di Compagnatico, Magliano in Toscana, Manciano, Roccalbenga e Semproniano. La matrice del terreno è in gran parte caratterizzata da flysch, rocce sedimentarie per lo più composte da argilla scagliosa di origine pliocenica. Un terreno ricco di pietrisco e in generale di scheletro particolarmente vocato per quanto concerne l’allevamento della vite.

Cantina Vignaioli Scansano vigneti

Come già anticipato la Cantina ha intrapreso un percorso nel segno della sostenibilità ambientale, e l’ha fatto attraverso l’adesione al Programma Nazionale per la Valutazione dell’Impronta Ambientale promosso dal Ministero dell’Ambiente. Si è impegnata dunque a ridurre l’impronta di carbonio della coltivazione delle proprie vigne, ottenendo le certificazioni Carbon Footprint nel 2014 e VIVA Sustainable Wine nel 2015. Nel luglio del 2018 l’Unione Europea ha conferito al Morellino di Scansano DOCG la certificazione PEF (Product Environmental Footprint), che misura l’impronta ambientale sull’intera filiera, dal vigneto fino allo smaltimento dell’imballaggio.
Un risultato a cui hanno contribuito l’installazione dell’impianto fotovoltaico nel 2014 e l’adozione di una formula di packaging sostenibile. Partecipa inoltre a diversi progetti sperimentali in collaborazione con le istituzioni, tra cui SOS Wine, in partnership con l’Università della Tuscia e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Il progetto, cofinanziato dalla Regione Toscana, è volto a implementare l’utilizzo dell’ozono in vigna e in cantina per limitare quello di altre sostanze chimiche e, grazie alle tecnologie Internet of Things, permette di monitorare i vigneti e ottimizzare i trattamenti in vigna andando ad agire solo quando, e dove, necessario attraverso un sistema di protocolli inviati via newsletter a tutti i soci.

Cantina Vignaioli Scansano vini

La Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano alleva i principali vitigni della regione: sangiovese, ciliegiolo, alicante e vermentino; oltre a una quota di trebbiano e viognier. Avremo modo di approfondire tre etichette specifiche della gamma allo scopo di entrare ancora più nel vivo della filosofia aziendale.

Andrea Li Calzi

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Maremma Toscana Vermentino Vigna Fiorini2022da 10 a 14 euro@@@@
Maremma Toscana Ciliegiolo Capoccia2022da 8 a 12 euro@@@@

RECENTI

  • Deusdedit 2022

    Deusdedit 2022

  • Lacrima di Morro d’Alba Superiore Guardengo 2021

    Lacrima di Morro d’Alba Superiore Guardengo 2021

  • Friuli Colli Orientali Friulano Myò 2021

    Friuli Colli Orientali Friulano Myò 2021

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2024 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani

mdstudiowebagency - Realizzazione, Restyling, e manutenzioni siti Web
Contatti Tel. 3921585226 - E-mail: mdstudioagency@gmail.com