TORRE ROSAZZA – Azienda Agricola Torre Rosazza

Indirizzo: Località Poggiobello, 12 – 33055, Oleis(UD)
Telefono: +39 0422 864511
Fax: +39 0422 864131
WWW: www.torrerosazza.com
Email: info@torrerosazza.com


laVINIum – 10/2011
Siamo a Rosazzo in località Oleis. Qui opera l’azienda vitivinicola Torre Rosazza, realtà che è sorella di un gruppo di otto aziende, con sedi in Friuli, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio, a cui fanno capo le Tenute di Genagricola, ramo agricolo delle Assicurazioni Generali. Torre Rosazza viene acquisita nel 1974 dalle Generali con l’obiettivo di farne un sito produttivo per vini di alta qualità. La zona è quanto di meglio si possa desiderare se si punta ad alti livelli di viticoltura. I terreni terrazzati sono caratterizzati da un’alternanza di marna e arenaria che in superficie si sgretola in frammenti scagliosi e via via in argilla finissima (la cosiddetta “ponka”, termine friulano che identifica la marna).
Le Prealpi Giulie riparano la vite dalle fredde correnti del nord, mentre l’influenza benefica del mare (non molto distante in linea d’aria) crea microclimi particolarmente favorevoli a una viticoltura altamente qualificata.
I vigneti sono disposti ad un’altitudine compresa dai 100 ai 250 metri sul livello del mare, con terrazzamenti sui dorsi delle colline. I canali di drenaggio, che sono stati realizzati, diventano indispensabili per far defluire le acque delle precipitazioni, improvvise ed eccessivamente abbondanti, che non riescono ad essere assorbite dal terreno e rischierebbero di erodere la collina.
La filosofia dell’azienda, punta ad ottenere vini di qualità lavorando scrupolosamente prima in vigna e poi in cantina. Selezione dei cloni più tipici e più adatti ad esprimere grandi vini. Alte densità d’impianto. Basse rese. Massima cura ed attenzione nelle lavorazioni di campagna.
In cantina vengono usati contenitori d’acciaio e antiche botti in cemento. Quest’ultime, utilizzate in funzione delle caratteristiche di questo materiale. Infatti il cemento lascia moderatamente respirare ed ha una grande inerzia termica che può essere un vantaggio per certi periodi di conservazione del vino. Una sala con le barriques, usate quasi esclusivamente per i vini rossi, completa il quadro dei contenitori a disposizione.
La squadra che regge le sorti produttive dell’azienda parte da Ennio Venuto responsabile in vigna. Enrico Raddi enologo in cantina. Luca Zuccarello, responsabile enologo di tutte le cantine del gruppo. Mario Zuliani, responsabile del progetto di sviluppo Torre Rosazza. Da molti anni l’azienda si avvale anche della consulenza del prestigioso winemaker Donato Lanati.
Dai 30 ettari di vigneti della tenuta, si producono circa 100mila bottiglie.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
C.O.F. Pinot Bianco Ronco delle Magnolie1998da 5,00 a 7,50 euro@@@@

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani