TERRA DI SETA

logo Terra di SetaIndirizzo: Località Macie, SP 9 n. 52 – 53010 Frazione Vagliagli di Castelnuovo Berardenga (SI)
Tel/Fax: +39 0577 322428
Tel/Fax: +39 335 5325325
Sito: www.terradiseta.it
Email: info@terradiseta.it


laVINIum – 5/2019
Maria Pellegrini e Daniele Della Seta hanno acquistato l’azienda nel 2000, impostando da subito un’agricoltura sostenibile, tanto che nel 2001 hanno ottenuto la certificazione biologica.
Ma la coppia non si è fermata qui, infatti nel 2008 hanno ricevuto la certificazione kosher, dalla “OK”, uno dei principali enti qualificati al mondo, per l’intera produzione vinicola, prima azienda italiana (in Europa ce n’è soltanto un’altra in Spagna, le altre sono certificate solo per una parte della linea produttiva). La scelta di avere tutta la produzione kosher è stata dettata dalla volontà dei proprietari di avere la stessa qualità e le stesse garanzie per tutti i vini.
La procedura per ottenere i vini kosher è molto rigorosa, richiede che tutti i prodotti che vengono usati in cantina siano certificati kosher e che il vino venga prodotto esclusivamente da ebrei osservanti. Questo implica che la cantina di Terra di Seta sia sigillata, come anche i tini in acciaio e le botti in legno, che possono essere aperti solo in presenza della persona incaricata dall’istituto di certificazione, l’unica a cui è permesso maneggiare il vino e intervenire nei processi di vinificazione, pena la perdita della certificazione. Tutto ovviamente viene svolto con la guida e sotto il controllo dell’enologo e dei proprietari, i vini non devono essere solo kosher e bio, ma espressione del territorio e della filosofia aziendale.
Infine, per completare il lavoro in nome della sostenibilità ambientale, impianti fotovoltaico e solare forniscono l’energia necessaria all’attività aziendale.
A volte non ci si rende conto di quante e quali spese possa avere un’azienda come questa per poter lavorare rispettando un’infinità di regole necessarie per ottenere risultati qualitativi elevati con il minor impatto ambientale possibile. Se non ci credi non lo fai, questo è certo, anche perché devi seguire iter burocratici tutt’altro che brevi e indolori, dalla vigna alla cantina, per avere vini Docg, kosher, bio e qualitativamente impeccabili.
Prima di comprare un Chianti Classico al supermercato a 2 euro, qualche domanda su cosa c’è dentro quella bottiglia ce la si dovrebbe porre, ma vale anche per una bottiglia di olio e per qualunque alimento che abbia dei prezzi troppo bassi per un prodotto di qualità e garantito.

Terra di Seta in inverno

Terra di Seta in inverno

Terra di Seta ha un’estensione di 46,5 ettari nel Comune di Castelnuovo Berardenga, a nord di Siena, la parte a vigneto occupa 15,30 ettari (di cui 10,35 piantati: 9,70 a sangiovese e 0,70 a cabernet sauvignon; al momento sono in produzione poco più di 8 e circa 5 in fase di reimpianto. La superficie di vigneti iscritti alla DOCG Chianti Classico è di 12,86 ettari), in corpo unico che si sviluppa intorno alla cantina, con esposizione da sud a ovest.
Come è tradizione toscana, non manca l’uliveto, che si trova a est, sotto la colonica situata nel centro della tenuta, dove vivono Maria e Daniele; le olive provenienti da 1100 piante sono di qualità Frantoiano, Pendolino, Leccino e Moraiolo.
L’area si sviluppa sulla cima di un poggio, nella parte più a sud del Chianti Classico (Lat. 43°24’18” N – Long. 11°21’29” E), a circa 500 metri di altitudine, circondata da boschi e sempre ventilata e asciutta. Il terreno ha la classica struttura in galestro composto principalmente di alberese.
La produzione vinicola media annua è di 32.000 bottiglie, di cui 26.500 di Chianti Classico nelle tre tipologie, base, Riserva e Gran Selezione.
I proprietari si avvalgono del supporto agronomico di Ruggero Mazzilli e dell’enologo Enrico Paternoster.
L’azienda dispone anche di un agriturismo che prende il nome dalla località dove risiede, Le Macie, con cinque appartamenti per un totale di 18 posti letto e piscina panoramica. Dal 2018 è possibile anche mangiare nell’annessa osteria.
Fino al 2006 Maria e Daniele, in attesa che l’età dei vigneti raggiungesse un livello interessante, hanno venduto la loro uva ad altre aziende prestigiose del Chianti Classico e dopo aver costruito una nuova cantina, grazie alla ristrutturazione di un vecchio capannone utilizzato in passato per l’allevamento di conigli e poi come rimessa agricola, hanno prodotto il primo vino nel 2007.
Terra di Seta, in sintonia con la propria filosofia ambientalista, è anche tra i soci fondatori di “Classico Berardenga”, associazione di viticoltori produttori di vino Chianti Classico nel territorio di Castelnuovo Berardenga. La “Farfalla del Gran Ducato”, come veniva chiamata da Leopoldo di Lorena, Granduca di Toscana, è un territorio ricco di biodiversità, con una vegetazione che in parte risente ancora dell’influenza del mare, omogeneo e ben identificabile rispetto alle altre zone di produzione della DOCG.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Chianti Classico2016da 15 a 25 euro@@@@
Chianti Classico Riserva2015da 25 a 50 euro@@@@@
Chianti Classico Riserva2013da 25 a 50 euro@@@@@
Chianti Classico Gran Selezione Assai2013da 25 a 50 euro@@@@@

RECENTI

  • Cabernet Sauvignon 2016

    Cabernet Sauvignon 2016

  • Sicilia Grillo 2017

    Sicilia Grillo 2017

  • ANTONIO GERARDI

    ANTONIO GERARDI

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2019 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani