SATTA – Michele Satta

Indirizzo: Località Vigna al Cavaliere, 61 – 57022, Castagneto Carducci(LI)
Telefono: +39 0565 773041
Fax: +39 0565 773041
WWW: www.michelesatta.com
Email: info@michelesatta.com


laVINIum – 09/2013
Michele Satta non è nato in Toscana, proviene da Varese, ma questo non è certo un fatto straordinario, i luoghi del vino sono un polo d’attrazione irresistibile e la terra di Leonardo e Dante è forse quella che ha maggior fascino.
Michele è giunto in quel borgo che deve la sua fama proprio al vino, Bolgheri, in Comune di Castagneto Carducci, oltre 35 anni fa, dovette fare una lunga gavetta prima di potersi permettere di acquistare terreni e produrre vino in proprio. Quella terra aveva un fascino particolare, lui che amava il sangiovese non esitò a impiantarlo e iniziare a coltivarlo, ricevendo ampia conferma delle sue doti con la vendemmia 1990; la traccia lasciata da Incisa della Rocchetta e poi da Antinori, aveva dimostrato che il cabernet e il merlot davano risultati eccelsi a Bolgheri, ovviamente Michele non aveva alcun motivo per non allevarli, così nel 1991 impiantò il primo vigneto sperimentando i due vitigni, ai quali aggiunse presto il syrah, altra varietà che, ne era certo, aveva delle potenzialità notevoli.
L’azienda comincia a crescere, finalmente nel 1997 può acquisire anche I Castagni e Poderini, due vigne confinanti, si lascia una piccola parte per la sperimentazione, dove coltiva teroldego, grenache, tempranillo, petit verdot. Oggi dispone di 30 ettari vitati, dai quali ricava una gamma di eccellenti vini, bianchi, rosati e rossi, tutti che rispecchiano fino alla radice la personalità di Satta, la qualità del territorio e le caratteristiche dei vitigni utilizzati.
Va detto anche che da tempo lo affianca il bravo enologo Attilio Pagli, e che ha sempre perseguito una filosofia produttiva rispettosa dell’ambiente e orientata ad ottenere il vino più in vigna che in cantina. L’inerbimento, l’eliminazione della chimica di sintesi in vigna, l’assenza di filtrazioni nei vini, sono tutti elementi che hanno come obiettivo finale quello di restituire il meglio di ciò che la terra e la natura ci danno, i fatti dimostrano che ha scelto la strada giusta.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Bolgheri Rosso2003da 10 a 15 euro@@@
Bolgheri Rosso Piastraia2003da 25 a 50 euro@@@
Bolgheri Rosso Superiore I Castagni2001da 25 a 50 euro@@@@
Bolgheri Rosso Superiore I Castagni2007oltre i 50 euro@@@@@
Cavaliere1997da 15 a 25 euro@@@@
Cavaliere2006da 25 a 50 euro@@@@
Giovin Re2003da 15 a 25 euro@@@@
Giovin Re2011da 25 a 50 euro@@@@
Syrah2009da 15 a 25 euro@@@@

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani