Amarone della Valpolicella Classico Campo del Titari 1999

Degustatore: Maurizio Taglioni Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 12/2002


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: corvina 60%, rondinella 30%, molinara 5%, sangiovese 5%
Titolo alcolometrico: 15 %
Produttore: BRUNELLI – Azienda Agricola Brunelli Luigi
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: oltre i 50 euro


Il solito, solido, Tìtari, che ti esplode ed implode dentro, che ti porta al galoppo, connubio di potenza ed eleganza come sempre. Già a prima vista nel suo colore amaranto tendente al melanzana, compatto eppur lucido effetto occhiale a specchio. I suoi profumi li percepisci prima ancora di cercarli, subito intensi e di sicura progressione, emergenti da un fondo terragno di sottobosco, costituiti da una base fruttata e scura, di visciole e di more tendenti al confitto; poi una gamma di sensazioni spazianti dal frutto di castagna ai rimandi di cioccolato, al tabacco scuro, alle nuances di pepe, il tutto sorvolato da lieve soffio alcolico. Al palato conferma, se ce ne fosse bisogno, la sua ottima e pregiata stoffa di trama robusta ed amaroneggiante, che progredisce e mai si rammollisce, sostenuta da giusta acidità così come da solido e garbato tannino. Coinvolgente e preciso, ti compiace in un finale avvolgente tutto frutto, caldarroste e spezie, eccellente e persistente. Sa suscitare l’ammirazione dei conoscitori ed insieme la curiosità dei neofiti, anche altri Amarone di Brunelli vincono concorsi ed ottengono giudizi di eccellenza qua e là nel mondo ma, non lasciatevi fuorviare, non considerateli allo stesso livello, il Tìtari è fisso una spanna sopra tutti gli altri.

RECENTI

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

  • Prosecco Brut

    Prosecco Brut

  • VIGNA BELVEDERE

    VIGNA BELVEDERE

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani