Vino Nobile di Montepulciano 2007

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 11/2010


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: prugnolo gentile 75%, canaiolo nero 15%, mammolo 10%
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: CROCIANI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Ne ha già scritto l’amico e collega Alessandro Franceschini all’inizio di febbraio. Ma io ritrovandomela davanti allo scaffale del soggiorno, così in bella vista, non ho saputo resistere al desiderio di aprirla e, visto che sono passati quasi nove mesi, vedere come se la sta passando. Susanna Crociani non manda i vini alle guide e ai giornalisti in genere, eppure è sempre di più la gente che la conosce e la stima. Le ragioni sono almeno due: la bontà dei suoi vini e la straordinaria capacità di saper comunicare e di saper gestire con grande tenacia e abilità la parte commerciale della propria attività, merito probabilmente anche della sua precedente esperienza manageriale in campo musicale. Questo non senza enormi sacrifici, mai vista riposarsi in tanti anni che la conosco, ancora più da quando Giorgio, suo fratello, se n’è andato improvvisamente lasciando un vuoto enorme fuori e dentro la sua vita, mettendola di fronte al fatto che avrebbe dovuto occuparsi dell’azienda da sola, affrontando, lei quasi astemia, tutto il lavoro di vigna e cantina di cui si era sempre occupato Giorgio. L’orgoglio di essere una Crociani, di avere avuto un padre che adorava, Arnaldo, che le ha insegnato ad approcciare la vita sempre con il sorriso sulle labbra e trasmesso l’arte di raccontare e divertire (non a caso babbo Arnaldo era detto “il cantastorie”), e quel fratellone che le ha fatto poi da padre con la stessa dolcezza, sono bastati a farle prendere la decisione di portare avanti l’azienda, con lo stesso amore e la stessa determinazione. Oggi, i vini di Susanna sembrano avere acquisito quell’equilibrio e quella grazia che sono caratteristiche di una mano e di una sensibilità femminili. Il Nobile di Montepulciano 2007 ti apre subito la strada alle sensazioni senza che tu abbia necessità di disturbarlo, di scuoterlo dalla sua statica posizione nel calice, energia che si diffonde nell’aria, il giaggiolo e la viola, la ciliegia raccolta e in confettura, la prugna (che qui chiamano susina), la marasca, il leggero tabacco, la sfumatura agrumata, la suggestiva lavanda, il glicine e la balsamicità sono aspetti che affiorano immediatamente e con grande equilibrio. Ritroviamo all’assaggio un’armonia che è donna saggia e dal cuore aperto, tannino setoso, frutto morbido e avvolgente, ancora agrume che infonde freschezza, un tocco di cannella e liquirizia, una beva estremamente gentile eppure piena e coinvolgente. Ho la percezione netta che queste ultime annate abbiano trovato una ancora maggiore precisione e un carattere dai contorni più definiti. E si, questo 2007 se la sta passando davvero bene…

RECENTI

  • Riviera Ligure di Ponente Pigato Albium 2015

    Riviera Ligure di Ponente Pigato Albium 2015

  • Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

    Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

  • Riviera Ligure di Ponente Pigato Cygnus 2016

    Riviera Ligure di Ponente Pigato Cygnus 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani