Valtellina Superiore Maroggia 2010

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 04/2013
Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: SESTERZIO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


Maroggia, ovvero la prima delle cinque sottozone della Docg Valtellina Superiore che da ovest ad est attraversano la valle da Ardenno a Tirano. E’ indubbiamente la meno nota, anche perché è stata inserita nel disciplinare solo nel 2002. La famiglia Lardera ci ha messo il cuore per ricuperare quei terrazzamenti impervi che stavano via via scomparendo, terra difficile dove si può lavorare quasi esclusivamente a mano, fatta apposta per un’uva nobile come il nebbiolo, qui chiamato chiavennasca. Questo 2010, da cui sono state ricavate circa 4.250 bottiglie, è stato vinificato a cappello sommerso, per garantire il miglior contatto con le bucce; la maturazione, durata 1 anno, si è svolta in barriques di rovere. Nel calice ci regala un colore granato luminoso con riflessi rubini, il bouquet solo nella fase iniziale lascia percepire la presenza del piccolo legno, sentore che tende a scomparire velocemente dando maggiore spazio ad un frutto nitido, ciliegia piena, dolce, con pennellate di lamponi e amarene, su un affresco terroso e di sottobosco. All’assaggio non nasconde il carattere del vitigno, un tannino nervoso ma non rigido accompagna una buona materia, succosa e sapida, sostenuta da una vena fresca perfettamente integrata, solo a tratti si percepisce la dolcezza del legno, che tenderà ad assorbirsi nel giro di poco tempo. E’ molto bella la sensazione di bevibilità del vino, ha un tocco elegante, fine, persistente, davvero ben fatto.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani