Sangiovese di Romagna Riserva 2020

Sangiovese di Romagna Superiore Riserva 2020 Umberto CesariDegustatore: Alessio Atti
Valutazione: @@@@
Data degustazione: 02/2024


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: sangiovese
Titolo alcolometrico: 14%
Produttore: UMBERTO CESARI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo media: da 12 a 17 euro


Percorrendo la Via Emilia da Bologna verso Imola scorgiamo diverse località dal sapore storico e intrigante, alcune si ergono a destra quindi sui primi colli, nel versante meridionale dell’antica strada consolare, altre a sinistra, nella sconfinata pianura se guardiamo a settentrione.
La Romagna enoica inizia poco fuori Bologna, ancora nella sua provincia amministrativa ma in queste “terre di mezzo” la cadenza romagnola prende pian piano il sopravvento e già prima di Imola scorre quel sangue.
Non ancora giunti a Castel San Pietro Terme ci dirigiamo verso sud, verso i colli che, verdi e calmi, si presentano striati da regolari vigneti, macchie boschive e solchi d’aratro.
Proprio queste prime colline dal sapore romagnolo è sita un’importante azienda vitivinicola, tra le prime aziende pioniere nel proporre un vino romagnolo di qualità e non di quantità.
Dal 1964 da Umberto Cesari si fanno vini dapprima con sole uve locali e autoctone, timidamente con il tempo, si sono aggiunte quelle internazionali per una proposta più coinvolgente e completa. Nei suoi 8 poderi vengono da sempre allevate uve con una convinta vocazione e attenzione ad una reale sostenibilità dove l’attenzione per un frutto sano, quindi un vino sano, fa da guida al codice etico aziendale.
Vigne inerbite, lotta integrata e difesa della biodiversità rendono ogni vite della Umberto Cesari protagonista e al contempo protettrice dell’ambiente in cui è a dimora, restituendoci un nettare pulito e inalterato, integro e genuino.
Vorrei però soffermarmi nel raccontare un vino che da sempre segue le orme dell’azienda, il Romagna DOC Sangiovese Riserva.
Già si comprende dal nome che non siamo di fronte a un vino semplice e soprattutto giovane, è un Sangiovese in purezza che viene da uve proposte da viti di 15 anni, quindi ben radicate e con una resa per ettaro di 80 quintali.
Raccolto a giusta maturazione, fermenta in acciaio con macerazione sulle sua bucce per discreto tempo, affina 18 mesi in legni di rovere di Slavonia per riposare altri 6 mesi in acciaio prima di entrare nei vetri ed essere pronto al commercio.
Innanzitutto il Sangiovese, vino che veste i panni del territorio in cui cresce, è dotato di una pregevole e androgina identità ma lascia trasparire quasi sempre le sue intrinseche note romantiche, soprattutto nelle versioni più longeve. Il Sangiovese della Romagna poi, subendo climi più sgarbati dei suoi fratelli d’oltre Appennino, raccoglie un bouquet aromatico non indifferente trascinato verosimilmente alla sua innata spalla acida, su questi terreni strappati ad un antico mare chiude il suo documento d’identità con alcune delle mineralità più ricercate.
Nel calice il rosso rubino importante, scuro e granato, lascia intendere che abbiamo una discreta personalità con la quale dialogare, il naso ampio e intrigante porta al ricordo di frutti rossi e anche neri, amarene in confettura, prugne secche, mora scura, violetta di campo e una rosa amaranto essiccata. Non si nascondono sentori di legno con considerevole tostatura, caffè e note vanigliate.
Il sorso, intenso e ragionevolmente caldo che pervade ogni parte del cavo orale, controbilancia la fresca e minerale spina dorsale, un aristocratico tannino viene domato dal corpo pieno e avvolgente.
Nel complesso un equilibrato Sangiovese fine ed elegante che ben si sposa a piatti della tradizione romagnola.
Lo proverei ad accostare ad un cinghiale stufato in rosso con bacche di ginepro, alloro, uva sultanina, pinoli e scaglie di cioccolato fondente.
Se dovesse rimanerne un tantino dalla tavola, un dopocena davanti al caminetto acceso con chi ci fa battere il cuore potrebbe essere… ça va sans dire, parfait!

RECENTI

  • Manzoni Rosa 1.50 Rosato Extra Dry

    Manzoni Rosa 1.50 Rosato Extra Dry

  • Friuli Colli Orientali Ribolla Gialla Terre Magre 2023

    Friuli Colli Orientali Ribolla Gialla Terre Magre 2023

  • Colli Berici Tai Rosso Corallo 2020

    Colli Berici Tai Rosso Corallo 2020

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2024 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani

mdstudiowebagency - Realizzazione, Restyling, e manutenzioni siti Web
Contatti Tel. 3921585226 - E-mail: mdstudioagency@gmail.com