Rosso Mèrcori 2018

Rosso Mèrcori 2018 Francesca FiascoDegustatore: Roberto Giuliani
Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 08/2023


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: aglianico 30%, cabernet sauvignon 30%, barbera 10%, sangiovese 10%, aglianicone e altri vitigni locali 20%
Titolo alcolometrico: 14%
Produttore: FRANCESCA FIASCO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo medio: da 55 a 65 euro


Entriamo in una fascia di prezzo piuttosto elevata, del resto di questo vino sono state prodotte meno di 2000 bottiglie (1965 per la precisione) e il lavoro, gli sforzi di ottenere il meglio possibile dalla vigna dove dimorano aglianico, cabernet sauvignon, barbera, sangiovese e filari sparsi di vitigni locali, le operazioni meticolose in cantina per preservare al meglio le qualità dell’uva raccolta previa una selezione attenta, hanno sicuramente dei costi non indifferenti.
Detto questo, quello che conta è che il vino sia riuscito, abbia qualcosa da raccontare, mostri una personalità che ne giustifichi l’acquisto.
Terza annata prodotta e ottenuta dalla “Vigna del Nonno”, macerazione in tini di rovere francese per 20 giorni, circa il 10% dei grappoli viene lasciato con i raspi, segue un periodo di maturazione di due anni, per metà in tonneaux nuovi e per metà di secondo passaggio, poi 8 mesi di bottiglia a partire da marzo 2022; il campione a mia disposizione, quindi, è rimasto ad affinare per ben 16 mesi.

Vigna Mèrcori

Vigna Mèrcori

La differenza dagli altri vini appare subito evidente: colore rubino profondo, più concentrato, bouquet intenso e fitto, l’immancabile ciliegia trova un ottimo compagno nel mirtillo, emerge un vegetale maturo, richiami al tamarindo, alla carruba, sbuffi di viola mammola, venature balsamiche che rimandano all’eucalipto e leggera menta, man mano che respira estrae altre sensazioni, cenni al sottobosco, alla felce, al muschio, poi cardamomo e ginepro.
All’assaggio conferma una maggiore struttura, sempre ben sorretta dalla freschezza, la trama tannica è importante ma il lungo affinamento in bottiglia ne ha addolcito i tratti rendendo il sorso equilibrato e profondo. A mio avviso ha un lungo percorso davanti e ora esprime solo in parte tutto il suo potenziale, ma le cinque chiocciole ci sono tutte, meritatissime perché mantiene una bevibilità notevole nonostante la materia fitta e complessa.

RECENTI

  • Falanghina del Molise in Anfora 2022

    Falanghina del Molise in Anfora 2022

  • Ageno Bianco 2019

    Ageno Bianco 2019

  • Etna Bianco DeAetna 2022

    Etna Bianco DeAetna 2022

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2024 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani

mdstudiowebagency - Realizzazione, Restyling, e manutenzioni siti Web
Contatti Tel. 3921585226 - E-mail: mdstudioagency@gmail.com