Roero Arneis 2011

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 06/2012


Tipologia: DOCG Bianco
Vitigni: arneis
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: MAURO SEBASTE
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


L’arneis è il vitigno simbolo del Roero, tanto da essere prodotto in quantità superiore rispetto al grande rosso da uve Nebbiolo. Negli anni molti produttori hanno sperimentato le sue peculiarità, ne hanno scoperto la capacità d’invecchiamento, hanno verificato come si comporta in legno, grande e piccolo, ma molte ricerche sono state fatte anche nel vigneto. Il bello del mondo del vino però è la non omologazione, pertanto è bello poter conoscere il Roero Arneis nelle sue diverse interpretazioni, come questa ottenuta con tecniche di lavorazione a freddo per estrarne al massimo i profumi e le caratteristiche aromatiche, solo acciaio e bottiglia per riportare tutto nel calice senza ulteriori interventi. Lo verso nel calice, nello stesso istante compare un raggio di sole in una giornata dal cielo coperto e minaccioso, il tempo necessario a poterne ammirare il colore paglierino con venature verdognole, cristallino. Mi avvicino e ne inspiro il bouquet, molto caratteristico, giocato su note di erbe di campo e agrumi, ginestra, leggera pesca bianca. Al palato è quasi spiazzante, l’ingresso sapido-acido risveglia immediatamente le papille gustative riportando con estrema fedeltà le qualità agrumate percepite all’olfatto, pulito, fresco e di buona persistenza, è un bell’esempio di Arneis classico, ideale per la tavola.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani