Re Sol 2000

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 09/2003


Tipologia: IGT bianco dolce
Vitigni: garganega
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: BRUNELLI – Azienda Agricola Brunelli Luigi
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Mini-verticale: Re Sol 1997 e 2000 – Luigi Brunelli Non esce tutti gli anni il Re Sol di Brunelli ma solo in occasione delle vendemmie più fortunate. Dopo lo splendido 1997 abbiamo dovuto attendere tre anni per apprezzarne di nuovo la bontà ed ora, in una mini-verticale, analizziamo le due ultime annate disponibili: 1997 e 2000, versandole dalle loro bottiglie esili e slanciate, a preannunciare un contenuto prezioso. Un Re Sol, quello del 1997, che a quasi sei anni anni dalla vendemmia si presenta ancora in gran forma, con il suo colore dorato pieno, caldo e lucido, e con i suoi profumi evoluti ma affatto maderizzati. Vi troviamo sempre netti i profumi agrumati ormai perfettamente canditi, di cedro e di arancio, poi di mela cotogna ormai tendente alla sua cotognata. Accanto ad essi ecco aggiungersi note tostate di nocciola e mandorla le quali, coadiuvate dal profumo di miele millefiori, regalano un insieme che ricorda il torrone bianco. Poi uva passa, erbe aromatiche, spezie arabesche ed incenso a completare un quadro ampio, elegante, eccellente. Gli fa eco un 2000 dal colore anch’esso dorato lucente ma più vivace, dai guizzi verdolini visibili in controluce, e dalla altrettanto nobile consistenza nel calice. I suoi profumi sono lievemente più freschi e più aciduli, di fiori bianchi e di nettare, di scorza di cedro, di mela grattata, di frutta secca e di erbe aromatiche fresche tra le quali emerge la fresca menta, poi lo zucchero vanigliato, effetto confetto. Un quadro olfattivo più giovane, altrettanto gradevole, che prevediamo allinearsi a quello del fratello maggiore negli anni a venire. Al gusto sono entrambi dolci così come ci si attende dopo l’olfatto, dalla ben calibrata sensazione alcolica, morbidi e spessi sotto al palato in virtù della rimarcabile concentrazione, quasi opulenti ma ben sostenuti da un nerbo acido che alleggerisce il quadro complessivo e da una nota sapida, che appare più pronunciata nella versione 2000, a renderne equilibrate le sensazioni ed eccellente la degustazione. Finale di bocca lunghissimo, dolce, dal frutto candito e secco, fresco nella versione 2000, avvolgente. Un vino soave (e l’aggettivo ha un doppio significato), dal soave modo di disporsi tra papille e palato, dalle sensazioni tattili sinuose, fruttate, polpose e succulente; eccellente in entrambe le annate, tra le quali si notano differenze cronologiche ma non qualitative, sempre attestate su altissimi livelli. Sempre ai vertici della migliore produzione italiana nell’ambito dei vini dolci, il Re Sol si conferma vino che si valorizza nel tempo, che migliora maturando. Un dolce vino da servirsi in piccoli calici, fresco a 10-12°C, in abbinamento con fegato grasso d’oca o d’anatra, oppure con del gorgonzola. A temperatura lievemente più alta con pasticceria secca, sino alla temperatura ambiente se sorseggiato quale vino da meditazione.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani