QUERCETO DI CASTELLINA

Indirizzo: Località Querceto, 9 – 53011, Castellina in Chianti(SI)
Telefono: +39 0577 733590
Fax: +39 0577 733636
WWW: www.querceto.com
Email: info@querceto.com


laVINIum – 05/2012
Querceto è una piccola località che si trova fra Castellina e Radda in Chianti, la proprietà aziendale si estende per oltre 50 ettari, di cui 11,5 destinati a vigneto, 11 dei quali iscritti all’albo del Chianti Classico Docg.
La produzione vinicola è di circa 55.000 bottiglie annue, ma l’obiettivo è arrivare a oltre 70.000. Ma la famiglia Di Battista dedica anche ampio spazio alla produzione di olio extravergine, ottenuto dalla spremitura a freddo di olive di varietà frantoio, moraiolo e leccino.
Come racconta Jacopo “Dopo anni di lavoro nel turismo ho deciso di avvicinarmi a un settore verso il quale nutrivo inizialmente la curiosità del semplice appassionato. Amo i vini, ne ho sempre bevuti, ma non avevo nessuna velleità di improvvisarmi vigneron. Sono entrato in punta di piedi, osservando, cercando di capire, di imparare ogni singolo gesto di chi si muoveva in vigna e in cantina, sentendo crescere giorno dopo giorno una passione di cui ora non potrei più fare a meno”.
Tutto ebbe inizio nel 1944, quando il nonno Guido, fiorentino doc, si innamorò di un antico podere del ‘400, forse un monastero, composto di una serie di casolari sparsi attorno all’edificio principale, per lui fonte di riposo e distacco dagli impegni quotidiani. A partire dagli anni ’80 Giorgio e Laura, genitori di Jacopo, trasformarono la proprietà da dimora di campagna ad azienda agricola; si allevavano suini, si producevano cereali e vino, ottenuto dai dieci ettari vitati annessi alla tenuta, in parte affidati in gestione e in parte destinati a una piccola produzione per uso familiare e vendita locale.
Negli anni successivi Laura riuscì a realizzare il suo sogno: un agriturismo, uno dei primi in assoluto nella zona. Ma è nel 1996 che avviene la svolta definitiva, quando Jacopo incontra l’enologa Gioia Cresti, con la quale l’impegno nel vino diventa predominante. Nel 1998 viene costruita la nuova cantina, e da quella vendemmia nasce l’anno successivo la prima etichetta aziendale, il Chianti Classico L’aura, appena 3.200 bottiglie. Nel frattempo iniziano i primi reimpianti dei vecchi filari e, nel 2008, si passa al regime biologico. Al Chianti Classico L’aura, si affiancano oggi la Riserva Belvedere, il Merlot Podalirio, il sangiovese Cinque e il Livia, unico bianco aziendale ottenuto da viognier e roussanne.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Chianti Classico Belvedere Riserva2008da 15 a 25 euro@@@@
Chianti Classico L'aura2009da 10 a 15 euro@@@@
Podalirio2008da 15 a 25 euro@@@

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani