Nina Incrocio Manzoni 6.0.13 2008

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 05/2010


Tipologia: IGT Bianco
Vitigni: incrocio Manzoni 6.0.13
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: CA’ DI RAJO – Azienda Agricola di Cecchetto Bortolo
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Il Manzoni bianco, o incrocio Manzoni 6.0.13 nasce da un lavoro di miglioramento genetico operato dal professor Luigi Manzoni negli anni 1930-35 presso l’Istituto Tecnico Agrario di Conegliano, ed è stato ottenuto incrociando Riesling renano con Pinot bianco, posizione 6.0.13. Oggi questo vitigno è diffuso in tutta Italia, comprese le regioni del sud, grazie alla sua buona acidità e aromaticità. Ca’ di Rajo ha prodotto questa interessante versione ottenuta da uve raccolte tardivamente e macerate a freddo per 10 ore, niente malolattica e maturazione per 9 mesi a contatto con le fecce fini, testimoniata dal bel colore paglierino intenso con sfumature dorate, luminoso e con quella brillantezza che caratterizza solitamente i vini spumanti. Accostandolo al naso si percepisce subito una bella espressione fruttata di ananas appena maturo che si fonde a richiami floreali di biancospino, ginestra e glicine; sopraggiungono poi note delicatamente agrumate di cedro, richiami alla nespola e alla buccia di albicocca. Al palato rivela una bella tessitura, equilibrata e giocata su toni dolci-salati, il beneficio tratto dal contatto con le fecce nobili è evidente, il vino ne guadagna in complessità e persistenza rivelandosi tutt’altro che banale. Quattro chiocciole di slancio.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani