Monferrato Rosso Airone 1998

Degustatore: Maurizio Taglioni Valutazione: @@@@
Data degustazione: 05/2002


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: barbera 50%, nebbiolo 40%, cabernet sauvignon 10%
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: CHIARLO MICHELE – Michele Chiarlo Azienda Vitivinicola
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Ci sono denominazioni di origine fortemente caratterizzate da un vitigno ed altre invece, che sono tipicamente di territorio, che lasciano al vignaiolo libertà nel preparare uvaggi nelle proporzioni ch’egli ritenga più opportune, o che la vigna, magari tramandata da generazioni, possiede già al suo interno… qualche piede di barbera, qualcun’altro di nebbiolo, un po’ di freisa lì, un po’ di dolcetto di là. La DOC Monferrato lascia ampi spazi ai produttori in fatto di vitigni (tutti quelli raccomandati ed autorizzati nella regione Piemonte). Tra le varie alchimie presenti in denominazione ne segnaliamo una particolarmente riuscita, non la sola, di Michele Chiarlo. Ha qualcosa di dolce l’Airone di Chiarlo, di spezia dolce più precisamente, qualcosa di carezzevole e di avvolgente, che coinvolge tutti i sensi del degustatore escluso l’udito, passa e va intensamente ma senza spigolatura alcuna. Già alla vista si presenta corpulento ma morbido, rosso-viola impenetrabile, di movenze sensuali che lasciano ben macchiato di rosa il bicchiere. Intenso all’olfatto che spazia dal vegetale secco e profumato di foglia di tabacco biondo, al rovere, al cuoio per poi esplodere in un fruttato scuro di piccoli frutti di bosco blu e neri, mirtillo, mora e prugna selvatica, quasi confitti e conditi di spezie dolci, noce moscata in primis. In bocca si ripete, pieno ma ben sostenuto da evidente nerbo acido, dal tannino in quantità più vellutato che astringente, che il tempo avrà presto domato. Termina dopo aver ricordato tutto il suo bagaglio olfattivo, frutto, tabacco e spezie, compiacendo i commensali con la dolcezza e l’avvolgenza preannunciate. Insieme a carni rosse di manzo ancora succulente, roast beef con salsa a piacere o semplicemente un’ottima lombata scottata alla brace, potrete apprezzarne le caratteristiche sopra enunciate, ad un prezzo più che onesto. Stappatelo almeno un’ora prima e servitelo a 18° in ampi bicchieri per vini rossi di corpo.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani