Le Prisonnier

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 11/2002


Tipologia: Vdt Rosso
Vitigni: petit rouge in prevalenza
Titolo alcolometrico: 15 %
Produttore: ANSELMET – Maison Anselmet di Giorgio Anselmet
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


Peccato che la produzione dei vini di Anselmet sia tale da non consentire una giusta diffusione sul territorio nazionale. Attualmente si attesta su poco più di 20.000 bottiglie, ripartite su varie tipologie, fra cui Le Prisonnier, un vino da tavola affinato in barrique, frutto di una accurata selezione di uve vendemmiate tardivamente. Il colore è rubino cupo di notevole profondità e concentrazione, con riflessi nerastri. E’ evidente la presenza di alcol dai numerosissimi archetti che si formano su tutta la parete del calice. Al naso affiorano note surmature di marasca, viola passita, spezie fini fra cui chiodo di garofano e pepe. L’impatto è intenso e la componente tostata del legno ha bisogno di tempo per essere assorbita. All’assaggio mostra notevole struttura, tannini eleganti e molto ammorbiditi dal frutto surmaturo (marasca e mora in crostata, ma anche fichi secchi). E’ senz’altro il vino più internazionale prodotto dalla Maison, molto accattivante ma sicuramente meno valdostano.

RECENTI

  • Chianti Puro 2016

    Chianti Puro 2016

  • Bianco del Mulino 2016

    Bianco del Mulino 2016

  • Pachàr 2016

    Pachàr 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani