Lacrima di Morro d’Alba Superiore Guardengo 2021

Lacrima di Morro d'Alba Superiore Guardengo 2021 LucchettiDegustatore: Andrea Li Calzi
Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 02/2024


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: lacrima
Titolo alcolometrico: 14%
Produttore: LUCCHETTI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo medio: da 13 a 16 euro


Come promesso vengo ad illustrarvi il secondo cru di Casa Lucchetti, Azienda Vitivinicola che da ben tre generazioni alleva con passione uve verdicchio e lacrima a Morro d’Alba (AN). Il vigneto di cui sto parlando, denominato Guardengo, riguarda proprio la nota varietà autoctona marchigiana a bacca rossa. Le piante, esposte a sud, hanno quarant’anni d’età e crescono su terreni di medio impasto tendente all’argilloso a circa 160 metri sul livello del mare.
Troviamo vecchi impianti allevati a sylvoz, e nuovi a guyot con potatura ramificata. La resa per ettaro si attesta attorno ai 6.500 kg d’uva. L’etichetta è stata prodotta per la prima volta nel 1997. Raccolta manuale a metà ottobre e pigiatura soffice della materia prima, fermentazione svolta da lieviti indigeni in acciaio inox (a temperatura controllata) con rimontaggi giornalieri. La macerazione dura 30 giorni e la malolattica è svolta naturalmente. Affinamento in botti di cemento vetrificato per 6 mesi, più altri sei in bottiglia prima della messa in vendita.
Questa volta ritrovo una trama cromatica rubino pieno, di media trasparenza e buon estratto. I profumi sono più in levare, è intrigante ricercarli a lungo nel bicchiere, la sobrietà degli stessi manifesta sin dal principio le potenzialità del cru Guardengo. Sto parlando di suggestioni di rosa leggermente appassita, pepe nero e grafite, rabarbaro e timo; il frutto emerge soltanto alcuni minuti dopo, ed è pieno, maturo, senza cessioni. Riconosco: amarena, ribes nero e tamarindo. Riassaggiato il giorno dopo, emergono sfumature legate al terreno ed un richiamo di macchia mediterranea fine e continuo.
In bocca il tannino è incisivo tuttavia dolce, sfuma piuttosto velocemente, al contrario della persistenza che va ben oltre il minuto di orologio. Questo aspetto unito alla grande freschezza del vino risulta particolarmente convincente, così come il fatto che l’alcol percepito sia pressoché zero nonostante i 14% vol. Motivo per cui mi accingo a premiarlo con la quinta chiocciola.
Particolarmente indicato su un piatto di vincisgrassi, ovvero la classica lasagna marchigiana cucinata con svariati tipi di carne, abbondante parmigiano e otto strati di sfoglia.

RECENTI

  • Manzoni Rosa 1.50 Rosato Extra Dry

    Manzoni Rosa 1.50 Rosato Extra Dry

  • Friuli Colli Orientali Ribolla Gialla Terre Magre 2023

    Friuli Colli Orientali Ribolla Gialla Terre Magre 2023

  • Colli Berici Tai Rosso Corallo 2020

    Colli Berici Tai Rosso Corallo 2020

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2024 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani

mdstudiowebagency - Realizzazione, Restyling, e manutenzioni siti Web
Contatti Tel. 3921585226 - E-mail: mdstudioagency@gmail.com