Ghemme dei Mazzoni 2001

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 10/2006


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: TIZIANO MAZZONI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Non c’è dubbio, questo Ghemme, alla sua seconda uscita, è la punta di diamante della produzione di Mazzoni, la sua eleganza e forza espressiva sono da vino superiore. Presenta un colore granato netto con ricordi rubini, molto bello; profumi intensi e variegati, finissimi e suggestivi, fa piacere non percepire alcun riflesso dolciastro o vanigliato, qui il legno è il classico rovere di medie dimensioni, 14 ettolitri, che consente al nebbiolo di esprimersi in tutta la sua grandezza, senza smancerie o belletti di moda. Ed ecco un naso ricco, elegante, tipico, da manuale: impatto con note di viola e geranio, poi netti richiami minerali che fanno da contraltare ad un bel fruttato di prugna e ciliegia, per poi distendersi su note di liquirizia e tabacco giovane. Al palato è altrettanto coinvolgente, dal tannino levigato e caratterizzato da una bella freschezza che, a onor del vero, non sembra mancare mai nei vini di Tiziano Mazzoni. Grande equilibrio, misura, alcolicità giusta, vino di corpo quasi aggraziato, morbido, vellutato e di lunga persistenza, che ne garantisce l’accostabilità a piatti anche dal sapore intenso come il tapulon, uno dei piatti tipici della zona, a base di carne d’asino. Va sottolineato che il produttore ha voluto dare a questo Ghemme tutto il carattere del nebbiolo, del quale dispone di vigne con oltre 20 anni di età, quindi ideali per questa tipologia, utilizzandolo in purezza, senza il contributo della vespolina e dell’uva rara, previste dal disciplinare ma non obbligatorie.

RECENTI

  • Inzolia 2016

    Inzolia 2016

  • Masseria Cacciagalli 2012

    Masseria Cacciagalli 2012

  • Mille 2015

    Mille 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani