Ghemme ai Livelli 2007

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 08/2011


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: TIZIANO MAZZONI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


Certo fare un Ghemme “ai livelli” di questo 2007 non è poi così facile. Ricordo la prima volta in cui assaggiai i vini di Tiziano, ero insieme a Franco Ziliani in occasione di una presentazione “in loco” di nuove annate della quasi totalità dei produttori della denominazione. Sia io che Franco rimanemmo stupiti, mi pare fosse il 2001, per la finezza ed eleganza di quel vino. Ognuno di noi ebbe modo di scriverne e di visitare l’azienda, allora un vero e proprio “buco” dove era davvero difficile immaginare come potesse nascere un vino del genere. Le annate successive hanno sempre confermato la qualità e lo stile di questo vignaiolo di Cavaglio d’Agogna. Personalmente ho apprezzato particolarmente il 2004 e il 2006, ma non mi stupirei se oggi il 2005 li avesse raggiunti, trattandosi di un’annata non di facile interpretazione, a volte sorprendente, non a caso è fra quelle che più mi hanno affascinato. Oggi tocca a questo stupendo “ai Livelli” 2007, dal colore granato inconfondibile e dalla tavolozza di profumi suggestiva e a tratti sorprendente. Ogni assaggio non fa che stupirmi, il carattere di un nebbiolo di Ghemme è ovviamente differente da quello di un Barolo o di un Barbaresco, ma anche restando in zone più ravvicinate, si differenzia senza problemi anche dal Gattinara. Quello di Tiziano poi, è semplicemente delizioso, con quei piccoli frutti di bosco che si mescolano a vivaci sentori di macchia, si affacciano il timo, la liquirizia dolce e gli spunti balsamici, non senza gentili corredi floreali, il ginepro e una nota agrumata matura del tutto particolare. L’assaggio rivela i tratti dell’annata, l’alcol appena pungente ma ben imbrigliato nel tessuto espressivo ricco di sapore, sapido e con giusta verve acida, tannino fine ma non sottile, di carattere, ottima persistenza e una chiusura che conferma la tradizionale eleganza di questo piccolo gioiello. Il nome “ai Livelli” deriva dall’area dove è impiantato il vigneto del Ghemme, le piante più giovani sono destinate al classico “dei Mazzoni”, mentre quelle di circa 30 anni confluiscono in quest’altra versione, che ha subito una macerazione di quasi un mese a contatto con le bucce e un affinamento di un anno in tonneau e uno in tradizionali botti di rovere, infine affina per un lungo periodo in bottiglia (quasi 2 anni). Eccellente risultato.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani