Friuli Colli Orientali Merlot Ronc di Subule 2013

Friuli Colli Orientali Merlot Ronc di Subule 2013 Ronchi di ManzanoDegustatore: Roberto Giuliani
Valutazione: @@@@
Data degustazione
: 06/2018


TipologiaDoc Rosso
Vitigni: merlot
Titolo alcolometrico13,5 %
Produttore: RONCHI DI MANZANO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


C’è stato un periodo, attorno agli anni ’90, in cui la barrique sembrava dovesse essere la chiave di svolta commerciale di un’azienda, se non la usavi non attiravi l’interesse dei mercati esteri. Il problema era che la maggior parte delle aziende italiane non sapevano come usarla, non avevano fatto sperimentazione a sufficienza, si puntava a quelle più tostate perché si dovevano sentire nel vino, così sembrava volere la moda del momento. Tanto che non era affatto raro che entrasse in azienda qualche americano, tedesco, canadese e, prima di assaggiare qualsiasi vino chiedesse se era maturato in barrique, perdendo interesse in caso di diniego.
All’inizio del terzo millennio la “voglia di legno” cominciava a diminuire, sebbene alcune frange continuassero a preferirlo, tanto che alcuni produttori avevano addirittura scritto a caratteri grandi quasi quanto il nome del vino “Barrique”.
Ora siamo sul finire del secondo decennio e questa insana mania sta davvero scomparendo, come in molti vini, dopo 30 anni di sperimentazioni e scelte di barrique provenienti da diversi Paesi e con tostature sempre meno invasive, il legno è sempre meglio integrato nel vino e certamente non più dominante.
Non mi dilungo su un tema che ha molte sfaccettature, ma oggi possiamo dire con una certa sicurezza che i cosiddetti “vini che sanno di legno” sono ormai una minoranza, è più facile trovare qualche bianco legnoso piuttosto che rosso, semplicemente perché la sperimentazione sui bianchi è cominciata più tardi, visto che fino a pochi anni fa era pensiero comune che non fossero vini votati all’invecchiamento.
Ronchi di Manzano produce questo Merlot da una vigna di quasi 30 anni, le uve subiscono una macerazione di circa due settimane, a fine fermentazione il vino viene trasferito in barriques nuove dove sosta per un anno. Segue un lungo periodo di affinamento in bottiglia.
Il 2013 si offre di colore rubino fitto, quasi impenetrabile, accostato al naso rivela note mature di mora, prugna, ciliegia nera, per cedere presto il passo a una speziatura intensa di pepe nero, grafite, cardamomo, tabacco e liquirizia, con una chiusura leggermente mentolata e vegetale.
Al palato si mostra intenso, con una buona carica di acidità che compensa il frutto maturo, il tannino è già ben integrato, nel finale è la fresca balsamicità a impedire qualsiasi appesantimento gustativo.
Sfiora la quinta chiocciola.

RECENTI

  • Cavadiserpe Merlot – Alicante Bouschet 2016

    Cavadiserpe Merlot – Alicante Bouschet 2016

  • Atina Cabernet Realmagona 2013

    Atina Cabernet Realmagona 2013

  • Melissa Rosso Superiore Mutrò 2012

    Melissa Rosso Superiore Mutrò 2012

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani