Elixir

Degustatore: Alessandro Franceschini Valutazione: @@@@
Data degustazione: 04/2009


Tipologia: Vdt Rosso
Vitigni: nebbiolo 70%, vespolina 20%, uva rara 10%
Titolo alcolometrico: 16% %
Produttore: CANTINE DEL CASTELLO CONTI – di Conti Elena, Anna e Paola
Bottiglia: 500 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


Un Boca chinato? No, o meglio, il tutto potrebbe anche lasciar presupporre questo. D’altronde l’infuso con il quale è stata unita una partita di Boca del 2000 delle Cantine del Castello Conti è composto anche da china, rabarbaro e…segreto. Elena Conti, una delle tre sorelle che conducono l’azienda di Maggiora, e che segue più da vicino vigna e cantina, deve aver imparato bene la lezione dai cugini langaroli, quanto meno di quelli autentici, che conservano gelosamente la ricetta che va a comporre il mix di vere erbe e spezie che generano forse il vino aromatizzato più famoso d’Italia: il Barolo Chinato. Sarebbe però improprio, se non decisamente errato, cercare paragoni con il chinato langarolo per vari motivi: il primo è che di Boca chinato non si può parlare, perché il disciplinare non lo prevede, il secondo è che il timbro olfattivo di questo nuovo nato non ricorda in alcun modo quella specialità prodotta in comunione con il Barolo, né nelle versioni migliori (pensiamo a Cappellano o Schiavenza), né, per fortuna, in quelle peggiori che assomigliano più ad un fernet. L’intenzione era di “togliere gli acciacchi a Maulini”, uno degli amici artisti che collabora da tempo con la cantina, ed al tempo stesso “riuscire ad ottenere un’essenza che potesse rasserenare la vita delle persone” ci dice Elena e ci sembra di poter dire che siamo proprio sulla strada giusta. E’ un’intensa e, delicata insieme, suadente sensazione di agrumi, di buccia di arancio a caratterizzare questo vero e proprio elisir di fine pasto, di presente, ma non stucchevole dolcezza. Quasi un divertente, sfizioso, Curaçao (liquore ricavato appunto da un particolare tipo di arancia che cresce nell’omonima isola caraibica) del nord Piemonte, senza fastidiose pungenze alcoliche. Per la realizzazione di queste 400 bottiglie, le sorelle Conti si sono avvalse della collaborazione della distilleria Beccaris di Castigliole d’Asti. Come abbinarlo? Delle scorzette di arancia candita ricoperte di cioccolato fondente potrebbe essere un’idea.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani