Donn’eleonò Rosato 2009

nobdon09Degustatore: Roberto Giuliani
Valutazione: @@@
Data degustazione: 08/2010


Tipologia: IGT rosato
Vitigni: nerello cappuccio 50%, magliocco 50%
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: TENUTA TERRE NOBILI – di Lidia Matera
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Continuano ad illuderci raccontando che la temperatura si abbasserà, che questo caldo afoso è finito, che da domenica (cioè oggi) le cose cambieranno. E ogni volta hai come la sensazione di essere preso per i fondelli, così continui a sudare, cambiare maglietta, fatichi a trovare lo stimolo per uscire di casa e…per bere un buon bicchiere di vino. Ma come sempre, l’uomo è pieno di risorse, basta un buon ventilatore, le persiane abbassate e l’aria diventa un po’ più fresca, quanto basta per permetterti di non sudare più. Ecco allora che aprire un buon rosato non diventa più un problema, ma un’occasione per rinfrescarsi ulteriormente, temperatura di servizio sui 10°, forse anche meno, è il Donn’eleonò di Lidia Matera, questa volta annata 2009, figlio sempre dello stesso uvaggio paritario di nerello cappuccio e magliocco. Per coloro che pensano ai rosati come vini di serie B, rendo noto che le piante da cui nasce questo vino producono poco più di 1 kg d’uva. Il colore non può che ricordarci la tipologia, una mescola fra il granato e il rosa pastello, un bouquet che ti apre a un mondo fatto di fiori e piccoli frutti di bosco, ne cogli il profumo piacevole e rasserenante, lampone, ciliegia, leggerissima scorza di agrumi, un pizzico di ribes e una delicata suggestione minerale. L’assaggio ti dona subito freschezza e sapore, frutto croccante, polposo, con quella punta agrumata che gli dà uno slancio in più. Si beve bene il Donn’eleonò, schietto e gaio, senza vanaglorie o presunzioni, è pulito, aperto, godibile, caramella di ciliegia, equilibrato e ideale per queste giornate calde ma ventilate.

RECENTI

  • Barbera d’Asti Poderi dei Bricchi Astigiani 2016

    Barbera d’Asti Poderi dei Bricchi Astigiani 2016

  • Barolo Bussia Dardi Le Rose 2012

    Barolo Bussia Dardi Le Rose 2012

  • VignaAlta 2015

    VignaAlta 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani