Dolcetto d’Alba Campo Re 2001

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 11/2002


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: dolcetto
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: PUNSET – Azienda Agricola Biologica di Marcarino Marina
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Avevamo degustato con entusiasmo la precedente annata di questo importante cru aziendale, uno dei Dolcetto d’Alba migliori per tipicità e personalità. Al Salone del Vino di Torino, ci siamo trovati di fronte ad un prodotto sempre di livello elevato, ma forse ancora non del tutto espresso nelle sue potenzialità, ci riserviamo quindi di riprovarlo in seguito. Il colore è rubino-porpora, di bella concentrazione, con al centro bei riflessi violacei, sulla parete del calice resta a lungo una scia rosata. Archetti compatti e lacrime lente nello scendere, denotano buona consistenza e acidità. Al naso è fine, con attacco floreal-fruttato, di viola e ciclamino, amarena e mirtillo, ma anche altri piccoli frutti di bosco. Le spezie sono già in via di formazione. Al palato mostra tannini di ottima fattura, delicatamente astringenti, buon corpo e acidità vivida e piacevole. La struttura è sostenuta anche da un piacevole apporto sapido, che gli dona già un buon equilibrio. Ritorna il frutto, variegato e gradevole, la persistenza è di buona lunghezza e senza strascichi amari. Rispetto alla versione del 2000, è forse più pacato, meno travolgente ed emozionante, ma resta comunque un prodotto di indubbia qualità. Sfiora le quattro chiocciole.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani