Corte Cariano 2000

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@
Data degustazione: 09/2002


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: corvina
Titolo alcolometrico: 12 %
Produttore: BRUNELLI – Azienda Agricola Brunelli Luigi
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 5,00 a 7,50 euro


“Scuro”, è il leit-motiv che ci accompagna durante la degustazione tutta di questo Corte Cariano di Brunelli. Vino ottenuto da una selezione di uve corvina in purezza provenienti dai vigneti “Cariano”, lasciate appassire leggermente in piccole casse di legno per circa 40 gg. prima di essere vinificate. Un metodo di antica tradizione familiare che Luigi Brunelli (proprietario, vignaiolo ed enologo dell’azienda omonima) e famiglia, ci ripropongono nel vino che andiamo a descrivervi di seguito. Un vino dalla trama fitta e dal colore rosso rubino con riflessi scuri appunto, viola-nero, quasi corvini se vogliamo trovare una tonalità che renda l’idea e ben si addica al vitigno di origine. La consistenza è in linea con la concentrazione, il calice resta tinto di ciclamino sulle pareti e le lacrime vi scendono larghe ed abbastanza lente. Scuro anche nei profumi, frutti di bosco scuri, more in particolare, accompagnate da visciola carnosa e prugna. Altri profumi di assoluta eleganza ed “amaroneggianti” quali il cioccolato, che insieme alla visciola regala la sensazione “mon chéri” e, dopo l’ossigenazione, sentori dolci e balsamici di alloro. Il contesto è abbastanza intenso, franco ed insieme di classe. Al gusto le sensazioni sono mediamente intense e pressoché in equilibrio tra di loro, il tannino si fa sentire ma è ben vellutato, arrotondato da giusta morbidezza forse proprio risultato del lieve appassimento. Il finale è di buona intensità, fruttato scuro e ripercorrente le sensazioni olfattive, affatto pesante anzi, invitante al rinnovo della piacevole beva. Non un campione di potenza ma aristotelica via di mezzo tra potenza e snellezza, con piena rispondenza a territorio di origine e tradizione, dal rapporto qualità/prezzo entusiasmante. Da servirsi a 16° circa in calici di media ampiezza per vini rossi di equilibrio gustativo. Bene con primi piatti conditi con saporosi sughi di carne, meglio con carni rosse grigliate, succulente ed anche grasse, lombate al sangue, magretti d’anatra alla griglia accompagnati da mele renette saltate in padella burro e zucchero, agnello pasquale.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani