Colli di Scandiano e Canossa Metodo Classico Brut Millesimato Ca’ Besina 2016

Colli di Scandiano e Canossa Metodo Classico Brut Millesimato Ca' Besina 2016 Casali ViticultoriDegustatore: Andrea Li Calzi
Valutazione: @@@@
Data degustazione: 12/2023


TipologiaDOC Bianco Spumante
Vitigni: spergola
Titolo alcolometrico: 12,5%
Produttore: CASALI VITICULTORI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo medio: da 20 a 24 euro


Il Ca’ Besina è indubbiamente il fiore all’occhiello di Casali Viticultori. Il vitigno autoctono spergola mediante la categoria metodo classico è libero di esprimersi al 100% delle sue potenzialità. Resiste molto bene alla siccità, dunque stiamo parlando di una cultivar estremamente attuale, andrebbero fatti maggiori investimenti a mio avviso. La storia del vino è affascinante: durante gli scavi per la costruzione dell’attuale cantina viene ritrovata una lastra datata tra il 50 a.C. e il 50 d.C. riportante l’incisione “Ca’ Bezina”, nome di un’importante famiglia patrizia, perfezionato successivamente in “Ca’ Besina”.
L’annata 2016 ha regalato molte soddisfazioni in campo vitivinicolo, un po’ in tutto il bel Paese, e a distanza di 7 anni questa tesi non posso che riconfermarla, soprattutto considerando i tanti assaggi effettuati negli ultimi tempi. Non fa eccezione il vino protagonista di questo articolo. Si parte da una vendemmia manuale in piccole cassette, soffice pressatura e prima fermentazione a temperatura controllata in acciaio. La rifermentazione per la presa di spuma avviene in bottiglia con successivo affinamento sui lieviti per almeno 48 mesi. Non viene menzionata la data di sboccatura.
Bollicine simili a piccoli spilli durano a lungo nel bicchiere, ergo la sboccatura stando alla mia esperienza non va oltre i 12 mesi. Veste paglierino con tenui riflessi oro antico, luminosità da vendere. Il respiro è in levare, tutt’altro che sfacciato: nocciola tostata, crema al limone, frolla e un afflato floreale lievemente appassito che rimanda al glicine e all’acacia; con lenta ossigenazione una vena di calcare e fieno secco, smalto in chiusura. Complessità ragguardevole.
In bocca l’eleganza della bollicina è innegabile, tuttavia lo sprint non manca, soprattutto in termini di acidità e impronta salina; quest’ultima testimonia la tempra di un territorio vocato che ha ben poco da invidiare ad altre zone ben più affermate. Quattro chiocciole ad un soffio dalla quinta, un paio d’anni d’ulteriore affinamento in cantina daranno la possibilità al Ca’ Besina 2016 di raggiungere questo traguardo, ne sono convinto. In abbinamento consiglio una bella selezione di salumi emiliani non eccessivamente stagionati, da queste parti è possibile sbizzarrirsi.

RECENTI

  • Friuli Colli Orientali Ribolla Gialla Terre Magre 2023

    Friuli Colli Orientali Ribolla Gialla Terre Magre 2023

  • Colli Berici Tai Rosso Corallo 2020

    Colli Berici Tai Rosso Corallo 2020

  • Sicilia Nero d’Avola Senia 2020

    Sicilia Nero d’Avola Senia 2020

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2024 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani

mdstudiowebagency - Realizzazione, Restyling, e manutenzioni siti Web
Contatti Tel. 3921585226 - E-mail: mdstudioagency@gmail.com