Chianti Classico Le Corti Villa Le Corti 2018

Chianti Classico Le Corti Villa Le Corti 2018 Principe CorsiniDegustatore: Roberto Giuliani
Valutazione: @@@@
Data degustazione: 11/2020


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: sangiovese 95%, colorino 5%
Titolo alcolometrico: 14%
Produttore: PRINCIPE CORSINI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro
Vino BIO:
Vino VEGAN:


Villa Le Corti fa parte, con La Marsiliana, delle tenute di Principe Corsini e si trova a San Casciano Val di Pesa, a pochi chilometri da Firenze. Fu edificata agli inizi del ‘600 su progetto del pittore e architetto Santi di Tito, commissionata da Bartolomeo Corsini, con l’obiettivo di farla diventare lo status simbol della condizione sociale e politica della storica famiglia.
Un secolo dopo la tenuta fu completamente rinnovata e furono costruite le cantine, che si sviluppano su tre livelli sotto la villa e il prato circostante, un’opera di grande pregio che testimonia l’importanza che la famiglia ha sempre dato alla produzione di vino.
Da quasi 30 anni è Duccio Corsini, figlio di Filippo IX Principe di Sismano, a occuparsi dell’azienda, supportato dall’enologo Claudio Giglioni, responsabile della cantina e del processo di vinificazione, e dall’agronoma Laura Lenzi.
La fattoria si sviluppa su 230 ettari di cui circa 50 coltivati a vigneto e 63 a uliveto, mentre la restante parte è occupata principalmente da aree boschive, nel rispetto della biodiversità fortemente voluta da Duccio.
Qui si lavora in biologico (certificato dal 2015) e in biodinamico, più specificamente gli interventi prevedono anche l’uso di prodotti omeopatici e oli essenziali. Può sembrare banale, ma in realtà c’è dietro un coscienzioso lavoro che rifiuta protocolli standardizzati e ha la prerogativa di applicare metodi diversificati secondo l’andamento climatico e le esigenze delle piante.
L’uva deve arrivare in cantina in condizioni perfette, ciò nonostante, viene fatta un’ulteriore selezione manuale sul grappolo, al posto della classica pigia-diraspatrice c’è la macchina sgranellatrice e selezionatrice che lavora in modo molto delicato, infine gli acini liberati dai raspi vengono ulteriormente selezionati a mano su un apposito tavolo. Il trasporto con pompa e tubi è stato rimpiazzato da nastri trasportatori, che garantiscono la “consegna” nelle vasche di fermentazione dei chicchi ancora integri.
Il Chianti Classico Le Corti 2018 è ottenuto da sangiovese con una piccola quota di colorino, la fermentazione si svolge con lieviti indigeni selezionati in loco negli anni ’90 e riprodotti ogni anno, in vasche di acciaio troncoconiche aperte, con follatore automatico, a una temperatura controllata di 26 °C per circa 15 giorni. Segue un anno di maturazione in vasche di cemento. Il vino è stato imbottigliato con tappo Diam.
Da questa annata sono state ottenute 80.000 bottiglie da 750 ml e 5.000 da 375 ml.
Mi piace il colore rubino che veste nel calice, la luce lo attraversa facilmente, il ventaglio di profumi è ben giocato su note di viola e iris, poi ciliegia e ribes, melagrana matura, susina, richiami all’arancia sanguinella, sbuffi di pepe e fumo, liquirizia, alloro.
Al gusto ha una bella intensità, decisamente fresco, ampio, con ritorno evidente di arancia e pepe, molto balsamico, tannino mordi e fuggi, a dichiarare la sua presenza con rispetto, finale lungo e suggestivo. Sfiora la quinta chiocciola.

RECENTI

  • Gattinara Vigna Valferana 2016 Paride Iaretti

    Gattinara Vigna Valferana 2016 Paride Iaretti

  • Montefalco Sagrantino Torri di Barattano 2007

    Montefalco Sagrantino Torri di Barattano 2007

  • Lasú 2018

    Lasú 2018

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2021 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani