Chianti Classico Doccio a Matteo Riserva 2004

caparsa_doccio04
Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 04/2010


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: sangiovese 95%, colorino 5%
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: CAPARSA
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


Dopo una 2003 siccitosa e difficile ecco arrivare a dare conforto a chi la vigna la vive ogni giorno con fatica e dedizione, un millesimo molto più equilibrato che ha fornito ottima materia prima e anche un quantitativo mediamente più abbondante. Il sangiovese, come del resto il nebbiolo, ne hanno tratto notevoli vantaggi offrendo vini già equilibrati e piacevoli, ma comunque perfettamente in grado di invecchiare a lungo. Non fa eccezione la riserva del Doccio a Matteo, che si offre alla vista con un bel colore rubino intenso e compatto, senza nascondere una giusta trasparenza; le sensazioni olfattive restituiscono ricordi di viola e rosa canina, ciliegia matura e dolce, mirtillo, timo, alloro, macchia mediterranea, cardamomo, cannella, tabacco. L’attacco al palato ci propone un tannino ancora giovane ma di ottima fattura, una grande freschezza e una materia equilibrata in cui l’alcol ritrova la sua perfetta misura, rendendo la bevibilità immediata e senza spigoli o pesantezze. Il sangiovese appare splendidamente tornito senza perdere alcuna delle sue caratteristiche, anzi l’annata sembra enfatizzarle. Il finale, persistente, mette in risalto la sua disponibilità ad un lungo processo evolutivo.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani