Chardonnay 2001

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@
Data degustazione: 06/2002


Tipologia: IGT Bianco
Vitigni: chardonnay
Titolo alcolometrico: 12 %
Produttore: CA’ DELL’ORA – Azienda Agricola Vitivinicola Cà Dell’Ora
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: fino a 5,00 euro


Esame visivo: E’ un vino che si presenta cristallino, di color paglia, netto con appena qualche guizzo verdolino, gli archetti che si formano sono abbastanza fitti e scendono in lacrime abbastanza larghe sui bordi del bicchiere: abbastanza consistente. Esame olfattivo: L’impatto è interessante, il vino si preannuncia più orizzontale che verticale in quanto pur se di media intensità, le sensazioni spaziano dal vegetale, al floreale, poi al fruttato con reminescenze dolci e gradevoli. Fiori bianchi di acacia ed anche il loro nettare, una punta di fiori di anice freschi appena colti, poi mela golden matura ed ananas. Dopo l’ossigenazione è interessante apprezzarne i profumi agrumati finissimi di bergamotto. Buona ed interessante la complessità, nella piena pulizia olfattiva. Esame gustativo: Secco, di media sensazione pseudocalorica e di buona morbidezza forse in virtù del clima relativamente temperato del Garda. Freschezza e sapidità lo rendono un vino equilibrato che corrisponde pienamente in bocca le sensazioni offerte al naso. Vino nel complesso di corpo, dal finale suadente, un po’ citrino un po’ dolce, accattivante, che invita al rinnovo della beva. Stato evolutivo: Pronto. Giudizio finale: Finissimo e piacevole, delicato ed equilibrato, dalla muscolatura più agile e scattante che potente; insomma senza la pretesa di emulare i possenti chardonnay internazionali, fa dell’eleganza e della pulizia olfattiva i suoi atout. Si presta ottimamente, servito fresco, a 10° circa, in bicchieri per vini bianchi ricchi di corpo, ad accompagnarci durante… Abbinamenti: Aperitivi di pasticceria secca salata, antipasti di pesce delicati quali insalata tiepida di polpo o anche vongole al vapore appena aromatizzate al prezzemolo. Primi piatti di pesce e data l’apprezzabile sapidità, secondi piatti di pesce di lago, trota bianca saltata al burro con mandorle tostate.

RECENTI

  • Rosato 2016

    Rosato 2016

  • Chianti Puro 2016

    Chianti Puro 2016

  • Bianco del Mulino 2016

    Bianco del Mulino 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani