CANTINA SANT’ANDREA – Azienda Agricola di Gabriele Pandolfo

santandrealogoIndirizzo: Via Renibbio, 1720 – Borgo Vodice – 04010, Terracina(LT)
Telefono: +39 0773 755028
Fax: +39 0773 756147
WWW: www.cantinasantandrea.it
Email: andreapandolfo@tiscali.it

laVINIum – 06/2006
Come i Greci, come Ulisse, i Pandolfo hanno vagato per il mediterraneo, portando ovunque con loro la forza e la voglia di ottenere il frutto della vite dalle terre coltivate. Alla metà dell’ottocento in Pantelleria, Andrea I Pandolfo, bisnonno dell’attuale proprietario Gabriele, iniziò a piantare viti e produrre vini a base di uve Zibibbo. Nel 1880 vendette i piccoli vigneti dell’isola ed acquistò 60 ettari di terra vergine a nord della Tunisia e precisamente a Khanguet Gare, nel Capo Bon. Vennero piantate le prime viti, raccolte le prime uve e, ai primi del Novecento, Andrea I, affiancato dal figlio Giovanni nella propria cantina di famiglia iniziò a produrre vini di qualità tanto che dal porto di Tunisi partivano navi cariche del suo vino per servire i migliori mercati di Francia. Nel 1938 Andrea II, figlio di Giovanni, appena sedicenne prese le redini dell’azienda e continuò a far crescere la fama e la qualità dei vini. Poi però, nel maggio 1964, l’allora presidente della Tunisia, Harbib Bourghiba, con un provvedimento entrato nella storia espropriò tutti i beni e le proprietà degli stranieri in terra Tunisina. Da un giorno all’altro tutto il lavoro e i sacrifici di una vita furono cancellati e la famiglia Pandolfo dovette lasciare il paese e dividersi fra Francia e Italia. Andrea II, allora quarantaduenne, con la moglie Elena ed i figli decisero di venire in Italia ed acquistare un piccolo podere vicino a Terracina, per ricominciare a lavorare l’amata terra e raccogliere, con la vendemmia 1968, le prime uve da vinificare. I primi clienti, le prime bottiglie con le etichette scritte a mano, le prime botti di castagno, e la cantina iniziò ad inserirsi tra le prime realtà vitivinicole pontine. Nel 1976 venne a mancare Andrea II Pandolfo ed i giovani figli, affiancati dalla madre Elena, decisero di continuare quel sogno iniziato 150 anni fa da Andrea I. Nacque così l’azienda “Sant’Andrea” che ha nel nome il ricordo del suo fondatore.
Oggi l’azienda è, meritatamente, uno dei principali riferimenti vitivinicoli di terra pontina, tutti gli sforzi fatti da Gabriele e da suo figlio Andrea in vigna ed in cantina, nascono con la precisa intenzione di coniugare al meglio, con passione, quello che la natura ed il territorio offrono su questi lidi.
Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Capitolium1999da 7,50 a 10 euro@@@@
Circeo Bianco Frizzante Riflessi2003da 5,00 a 7,50 euro@@@
Circeo Rosso Preludio alla notte2000da 5,00 a 7,50 euro@@@@
Circeo Trebbiano Riflessi2002fino a 5,00 euro@@
Oppidum2002da 5,00 a 7,50 euro@@@
Moscato di Terracina HUM 20132013da 15,00 a 25,00 euro@@@@@

RECENTI

  • Erbaluce di Caluso Spumante Brut Masilé 2013

    Erbaluce di Caluso Spumante Brut Masilé 2013

  • LA MASERA

    LA MASERA

  • Riviera Ligure di Ponente Granaccia Rebosso 2016

    Riviera Ligure di Ponente Granaccia Rebosso 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani