Campanelle Falanghina 2015

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 01/2017


Tipologia: IGT Bianco
Vitigni: falanghina
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: CASA SETARO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Che la Campania sia una regione con una varietà di vitigni incredibile è risaputo, fra questi occupa un ruolo importante la falanghina, che ancora oggi è la cultivar a bacca bianca più diffusa nel Sannio (tanto da meritarsi l’unica denominazione a suo nome), ma trova ampi spazi anche in Costa d’Amalfi e Penisola Sorrentina, nell’alto casertano nella Doc Galluccio, così come nei Campi Flegrei a ovest di Napoli e nell’area vesuviana a sud-est. Il Campanelle Falanghina di Casa Setaro è un fulgido esempio di cosa può scatenare quest’uva alle falde di un vulcano, Massimo ce la propone intelligentemente fermentata e maturata in acciaio, ma va detto che il lavoro fondamentale avviene in vigna, dove la riduzione delle gemme produttive ha un ruolo non secondario, i quasi vent’anni di età delle piante, l’altitudine a 250 metri ma comunque in vicinanza del mare, la raccolta a piena maturazione, sono tutti ingredienti importanti che determinano il risultato finale. Ha un colore paglierino intenso e lucente con riflessi dorati, non è suggestione ma, accostato al naso, rivela subito le note salmastre, saline, la mineralità, la ginestra, il mandorlo, la frutta bianca, sfumature di agrumi maturi. L’assaggio conferma una salinità spiccata e una materia dove acidità e maturità di frutto esaltano il sapore in grande equilibrio, un vino che sorprende ad un prezzo onestissimo, da comprarne a casse.

RECENTI

  • Bianco del Mulino 2016

    Bianco del Mulino 2016

  • Pachàr 2016

    Pachàr 2016

  • FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

    FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani