Boca Il Rosso delle Donne 2005

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 11/2010


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: nebbiolo 70%, vespolina 20%, uva rara 10%
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: CANTINE DEL CASTELLO CONTI – di Conti Elena, Anna e Paola
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


Sul finire degli anni ’60 a Boca c’erano solo due aziende che imbottigliavano vino, una di queste era Ermanno Boca a Maggiora, come riporta il Catalogo Bolaffi dei Vini d’Italia n. 2, l’altra era Podere ai Valloni. Sulla scheda relativa al vino di Conti veniamo a sapere che la bottiglia era una bordolese da 72 cl (oggi 75) e al privato l’annata 1967 costava 680 lire. Per molti anni quella terra, che un tempo aveva una quantità di vigneti tale che, dall’alto, avrebbe potuto essere scambiata con l’attuale Langa, è stata abbandonata, poiché non si poteva campare con la vigna, meglio un lavoro sicuro in fabbrica. Ma questa è storia e ne abbiamo già parlato, chi ci legge da tempo sa del nostro recente soggiorno in quella zona e dell’ampio resoconto sulle nuove realtà vitivinicole che, grazie soprattutto al contributo di Christoph Kunzli, si sono affacciate nell’ultimo decennio e continuano a crescere portando nuova linfa ad una zona che merita grande attenzione. E non è più una sorpresa il Boca delle sorelle Elena, Anna e Paola Conti, giustamente chiamato “Il Rosso delle Donne”, che oggi più che mai sta dimostrando di aver conquistato una sempre maggiore precisione esecutiva e una pulizia e ricchezza a mio avviso superiori. L’annata 2005 ci dona un colore granato vivo e profondo e un bouquet complesso dalle mille sfumature, in continuo movimento man mano che si ossigena. Rose e viole macerate, amarene e piccoli frutti maturi, ventate di tabacco e cuoio, menta, liquirizia, ginepro, un solido impianto minerale e ferroso e tanto altro ancora. Al palato è giovane, figlio di un’annata che chiede tempo ma promette molto, tannino nervoso ma ben definito, struttura piena e volitiva, c’è energia e una classe che conferma una qualità in continua crescita, l’acidità non manca e la materia è già ben delineata, il frutto fresco e suggestivo con una chiusura che tiene bene, lasciando piacevoli sensazioni di liquirizia e spezie.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani