Bianco Veronese “B” 2009

Degustatore: Fabio Cimmino Valutazione: @@@
Data degustazione: 11/2010


Tipologia: IGT Bianco
Vitigni: garganega
Titolo alcolometrico: N/A
Produttore: FASOLI GINO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 5,00 a 7,50 euro


I vigneti sono situati nella bassa Val d’Illasi, in località San Zeno di Colognola ai Colli e Illasi, zone tradizionalmente ad alta vocazione viticola sia per la natura dei terreni (in parte argillosi e in parte misti di sassi e sabbia) che per il microclima favorevole: la vallata larga e soleggiata è, infatti, protetta a nord dai monti Lessini. La coltivazione comprende inerbimento sotto la vigna, concimazioni con letame, potatura equilibrata per garantire bassi rendimenti di produzione, controllo dei parassiti attraverso l.uso di prodotti e di predatori naturali, raccolta manuale effettuata in più passaggi per selezionare le uve nel loro momento più favorevole di maturazione. Attualmente sono 14 gli ettari di vigneto divisi in sette appezzamenti: Casétta, Cassòla, Creàri, Pessétta, Perantònie, Orgno e Sànde. La natura del terreno varia da un appezzamento all’altro, il che ha imposto la scelta del vitigno più adatto. Nei terreni argillosi sono presenti vigneti di Garganega di 30-40 anni, coltivati con impianto tradizionale. Il Bianco Veronese IGT “B” (senza aggiunta di Anidride Solforosa) è ottenuto da uve Garganega 100%. Questo vino rappresenta un tentativo che vuole far capire cosa l’uva può dare riducendo al minimo gli interventi di cantina. Le uve vengono accuratamente selezionate, in modo da consentire una corretta fermentazione da parte dei lieviti autoctoni. La fermentazione avviene in vasche in acciaio, a temperatura controllata, a contatto con le bucce, per una quindicina di giorni, con follatura manuale, come si usa procedere nella vinificazione dei vini rossi. Affinato per nove mesi in tonneaux di rovere francese, non viene filtrato né stabilizzato tartaricamente. Il colore tende quasi al ramato tipico dei macerati sulle bucce eppure al naso non c’è alcun sentore invadente come spesso accade con questa particolare tipologia. Il profilo rimane decisamente sobrio ed equilibrato. Al palato scorre snello con un finale piacevolmente fresco di media lunghezza.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani