Bianco di Custoza 2011

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 04/2012


Tipologia: DOC Bianco
Vitigni: trebbiano, garganega, cortese, malvasia, riesling
Titolo alcolometrico: 12 %
Produttore: BRUNELLI – Azienda Agricola Brunelli Luigi
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 5,00 a 7,50 euro


Il Bianco di Custoza non è un vino particolarmente conosciuto al di fuori della regione, la fascia a cui appartiene fra l’altro lo pone di fronte a molti competitors, eppure è un vino che può sorprendere, assolutamente capace di abbinarsi ad un vasto repertorio di piatti a base di pesce, carne bianca, ma anche con i vegetali è uno dei vini ideali. Luigi Brunelli ha scelto da tempo di ottenerlo da una miscellanea di uve dalle caratteristiche spiccate, in modo da restituirgli carattere e originalità. La versione 2011, ottenuta da trebbiano, garganega, cortese, riesling e malvasia, presenta un colore giallo paglierino di buona intensità con vaghi ricordi verdolini. Accostato al naso si mostra generoso, aperto, ricco di sfumature: ginestra, rosa bianca, biancospino, fiore di ciliegio, mela golden, mandorla, pesca bianca, susina, non manca di una piacevole vena minerale. L’attacco gustativo è pieno e convincente, ricco di sapore, sapido, con un’acidità netta e ben integrata, viaggia sciolto fra le papille lasciando una scia aromatica che gioca sugli agrumi e la mandorla. Niente affatto male.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani