BIANCHI – Azienda Agricola Biologica Bianchi

Indirizzo: Via Roma, 37 – 28070, Sizzano (NO)
Tel: +39 0321 820382
Fax: +39 0321 810004
Sito: www.bianchibiowine.it
Email: e.bianchi@bianchibiowine.it


laVINIum – 02/2001
Parlare di un’azienda come quella della famiglia Bianchi, costituita nel lontano 1785 da Giuseppe Primo Bianchi, è per noi un piacere particolare. In un’ epoca in cui si parla di alimenti transgenici, di mucca pazza, di inquinamento acustico, marino, di buco dell’ozono, di smog, di pesticidi ed altre diavolerie che stanno distruggendo il nostro pianeta e tutte le razze che lo abitano, non possiamo che essere felici che ci siano uomini che scelgono di recuperare, non senza fatica, quelli che erano e dovrebbero tornare ad essere i principi fondamentali dell’amore per la terra e per i frutti che essa ci sa dare. Il programma di riconversione all’agricoltura biologica, iniziato nel 1990, che ha portato all’eliminazione dei diserbanti chimici, sostituiti dallo sfalcio meccanico dell’erba, all’utilizzo di rame e zolfo di estrazione minerale per combattere le malattie fungine ed alle trappole a richiamo sessuale per gli insetti parassiti della vite, sotto il controllo dell’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica (AIAB) è la riprova che è possibile ottenere prodotti di qualità nel più assoluto rispetto dell’ambiente. Oggi l’azienda Bianchi è proprietaria di 20 ettari vitati, dai quali ricava vini di pregio indiscutibile, dalle D.O.C.G. Gattinara e Ghemme, alle D.O.C. Sizzano e Colline Novaresi, fino agli eccellenti vini da tavola Eloise e Primosole.
L’azienda ci ha gentilmente inviato 6 tipologie di vino che noi abbiamo degustato ed apprezzato, con soddisfazione sincera. Si tratta di cinque vini rossi ed uno bianco; sono risultati tutti di ottima qualità, in particolare condividiamo la scelta di privilegiare le caratteristiche dei vitigni e del territorio, puntando molto sul Nebbiolo e sulle uve locali, senza trascurare quei vitigni che possano apportare maggiore ricchezza espressiva e un tocco di internazionalità, come lo chardonnay ed il merlot. Anche l’uso della barrique, laddove è presente, ci è sembrato molto misurato, senza sopraffazioni, a tutto vantaggio di un miglior equilibrio organolettico. A questo punto vi suggeriamo, non prima di aver visitato il sito aziendale, di consultare le schede che abbiamo preparato. Buona lettura.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Colline Novaresi Barbera1999fino a 5,00 euro@@
Eloise1999da 7,50 a 10 euro@@@
Gattinara Vigneto Valferana1996da 10 a 15 euro@@@
Ghemme1996da 10 a 15 euro@@@
Primosole1998da 7,50 a 10 euro@@@
Sizzano Vigneto Archiusa1995da 10 a 15 euro@@@

RECENTI

  • Barbera d’Asti Poderi dei Bricchi Astigiani 2016

    Barbera d’Asti Poderi dei Bricchi Astigiani 2016

  • Barolo Bussia Dardi Le Rose 2012

    Barolo Bussia Dardi Le Rose 2012

  • VignaAlta 2015

    VignaAlta 2015