Barbera d’Asti Superiore Il Sogno 1998

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@
Data degustazione: 04/2016


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: barbera
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: VINCHIO – VAGLIO SERRA – Cantina Sociale di Vinchio – Vaglio Serra e zone limitrofe
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 5,00 a 7,50 euro


Esame visivo: Quasi cristallino, rosso rubino con riflessi ancora violacei, abbastanza concentrato ed abbastanza trasparente, archetti con lacrime abbastanza fitte, abbastanza larghe ed abbastanza lente nello scendere: abbastanza consistente. Esame olfattivo: Sensazione gradevole di sottobosco da cui emergono frutti di bosco rossi quali lamponi, melagrana e le più scure visciole. Con l’ossigenazione le visciole di fanno visciole sotto spirito ed alle sensazioni olfattive si aggiungono profumi di spezie rosse e dolci quali pepe rosa e cannella. Il contesto è di media intensità ed ottima finezza. I profumi hanno un ché di polveroso, quasi a ricordarci frutti esotici torrefatti quali caffè o cacao, ma anche un polveroso-dolce quale è il talco. Olfatto complesso ed anche un po’ particolare. Esame gustativo: Secco, abbastanza caldo/caldo, di media morbidezza ed ottima acidità che bilancia, ed anche di più, le prime tre sensazioni. Il tannino, in medio/alta quantità, è già ben espresso e si perfezionerà entro pochi anni. Media sapidità. In bocca è un po’ meno spesso del suo cugino Acsé delle Cantine Scrimaglio, più beverino ma non meno piacevole. Finale di buona lunghezza, quasi da gran vino, solo appena un po’ troppo amarognolo. Intenso e fine. Stato evolutivo: Pronto. Giudizio finale: Ottima Barbera di altrettanto ottimo rapporto qualità/prezzo. Concede pochi punti di scarto a parenti ben più blasonati e di prezzi ben differenti. Grande lavoro dell’enologo Giuliano Noé e grande lavoro di equipe tra queste quattro cantine del Monferrato, autrici di cotanta bontà. Riteniamo il Sogno si sia realizzato e ne consigliamo vivamente l’acquisto ai nostri lettori. E’ già ottimo e, dato il corredo acido-tannico che si porta con sé, può tranquillamente invecchiare. Abbinamenti: Carni rosse al forno, Roast Beef in particolare. Formaggi a media stagionatura, bene i piemontesi Toma e Raschera.

RECENTI

  • FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

    FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

  • Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Territorio de’ Matroni 2015

    Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Territorio de’ Matroni 2015

  • Lacryma Christi del Vesuvio Bianco Territorio de’ Matroni 2015

    Lacryma Christi del Vesuvio Bianco Territorio de’ Matroni 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani