Amarone della Valpolicella Classico Ca’ Coato 2012

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 02/2017


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: corvina, corvinone, rondinella
Titolo alcolometrico: 16 %
Produttore: ANTOLINI – Azienda Agricola Antolini Pierpaolo e Stefano
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


È arrivato dopo il Morópio, ma appena tutto il vigneto è andato a regime ha messo in risalto le sue grandi qualità. Circa il 50% delle uve di questo cru confluisce nell’Amarone Ca’ Coato; le viti dimorano sul pendio collinare che va dai 170 ai 220 metri s.l.m. e si estende per circa 2 ettari e mezzo, esposto a sud-ovest su terreno argilloso-calcareo e allevato a guyot. Dopo la raccolta l’uva viene posta in cassette dove subisce un lungo appassimento, dai 3 ai 4 mesi secondo le annate; tra fine dicembre e inizio gennaio si passa alla diraspa-pigiatura, quindi macerazione a freddo per 7-10 giorni. Anche qui la fermentazione avviene con i lieviti indigeni in vasche d’acciaio termoregolate con sistema automatico di rottura del cappello, durante la quale vengono fatti un paio di rimontaggi all’aria. La maturazione si svolge in botti di rovere e, in piccola parte, di ciliegio e castagno per un periodo di due anni. Segue il necessario affinamento in bottiglia per un periodo variabile secondo necessità dai 6 ai 12 mesi. I fratelli Antolini stanno mettendo da parte dall’annata 2010 seicento bottiglie di questo vino, con l’intento di riproporlo a distanza di dieci anni dalla vendemmia, quindi primo appuntamento al 2020! Eccolo nel calice, rubino intenso m non impenetrabile, con unghia appena granata; il bouquet è delizioso, estremamente pulito e stuzzicante, si passa dalla mora di gelso al mirtillo, dalla prugna (non cotta) al tipico odore dell’uva appassita, seguono effluvi di tabacco, liquirizia, pepe, richiami al mon chéri. Impressiona al palato per l’avvolgenza del frutto e l’acidità che stempera qualsiasi stucchevolezza, l’alcolicità per elevata non è tra le più alte per gli Amarone odierni e la percezione pseudocalorica è piuttosto contenuta grazie ad una materia ricca, sapida e complessa, con finale pepato e speziato.

RECENTI

  • Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

    Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

  • Riviera Ligure di Ponente Pigato Cygnus 2016

    Riviera Ligure di Ponente Pigato Cygnus 2016

  • POGGIO DEI GORLERI

    POGGIO DEI GORLERI

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani