Vento dell’Est 2009

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 072011


Tipologia: Vdt bianco dolce
Vitigni: picolit
Titolo alcolometrico: 14,5 %
Produttore: LA BELLANOTTE – Azienda Agricola di Benassi Paolo
Bottiglia: 375 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


Il picolit, detto anche “Uva del Friuli”, certamente è un’uva straordinaria, allevarla significa dover fare i conti con la scarsa produzione, con colatura e acinellatura, non a caso in alcune zone viene coltivata assieme ad altre varietà come il verduzzo che fungono da impollinatrici. Il suo trionfo è nell’appassimento, che ne esalta tutte le caratteristiche. Il Vento dell’Est 2009 ha un bellissimo colore oro antico, molto luminoso con tonalità fumé. Accostato al naso non ha difficoltà a irradiare i suoi molteplici e complessi profumi, l’albicocca e l’arancia candita, la noce, la mandorla tostata, il miele di castagno e di agrumi, sfumature di cannella e spezie orientali, confettura di fichi bianchi, leggero zafferano e rimandi alla pietra focaia, ma potremmo continuare a lungo. In bocca la dolcezza è contornata da percezioni affumicate, il tutto ben sorretto dall’acidità che ne evita l’affaticamento gustativo. Molto bello, e direi fondamentale, il lascito sapido-acidulo dopo la lunga persistenza, che vanifica qualunque stucchevolezza rendendo il vino equilibrato e di notevole profondità e fascino. Vicino all’eccellenza.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani