Valtellina Superiore Sassella Stella Retica Riserva 2000

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 01/2008


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 12,5 %
Produttore: AR.PE.PE. – Arturo Pelizzatti Perego
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


Time Out! Time Out! Anche chi di sport non proferisce parola sa bene, se non altro per averlo visto in qualche film, cosa voglia dire questa espressione: è la richiesta da parte del coach (allenatore) di poter interrompere brevemente la partita per una consulta con i ragazzi della squadra, al fine di suggerire le strategie più idonee per poter portare a casa il risultato migliore. Cosa c’entra con il vino tutto questo? Il tempo è l’essenza di una buona degustazione. Il vino è cosa viva, dentro quel liquido colorato si muovono centinaia di diversi elementi che negli anni si combineranno dando luogo a bouquet e sapori che non saranno mai identici, ma in continua trasformazione, a volte benefica altre volte meno. E una volta stappato, supponendo di aver colto il momento migliore, pretendere di capire tutto di quel vino limitandosi a stappare, versare, annusare, assaggiare in poche manciate di secondi è un atteggiamento quantomeno presuntuoso. Certo, nelle sessioni di degustazione che prevedono decine di assaggi nell’arco di poche ore, non è possibile dare tempo al vino per esprimersi, farlo ossigenare, dimenticarlo per un po’ nel bicchiere. Per fortuna non è questo il caso, nel mio studio al vino è concesso tutto il tempo che gli occorre per dire la sua, se ha ovviamente qualcosa da dire. E lo Stella Retica Riserva 2000, proveniente dalla Sassella, una delle cinque zone vocate alla produzione del Valtellina Superiore, di cose da dire ne ha molte, a partire dall’esprimere una giovinezza che stupirebbe chiunque non conoscesse i vini di questa azienda, freschezza che è manifesta già nel colore, granato trasparente, certo, ma di una luminosità e lucentezza che in un vino di quasi otto anni è assai difficile da trovare. Nel calice, dove è rimasto per quasi un’ora, testimonia la sua capacità di mantenere intense le sensazioni olfattive, un bouquet prezioso, sensuale e raffinato come un tessuto di seta, che si schiude a note di rosa, ciliegia, gelso, ribes rosso, melagrana, appena maturi, una leggera sfumatura di ginepro e goudron, richiami alle erbe di montagna, alle rocce frantumate. La corrispondenza al palato è esemplare, il tannino finissimo e ben fuso nella trama (non è un caso che tutti i vini di casa Pelizzatti Perego escano sempre dopo un lungo affinamento), la mineralità è un riferimento per tutti coloro che si domandano “come riconoscerla”, la persistenza ricca, piena, lunga, pulitissima.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani