Stërbu Bianco 2015

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 03/2017


Tipologia: Vdt Bianco
Vitigni: chardonnay
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: RIZZI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Che ha di particolare questo vino nato per gioco e per amicizia nelle cucine del noto ristorante monfortino Da Felicin? Molto semplice, lo dice il nome stesso, “Stërbu”, ovvero torbido in dialetto piemontese. Si tratta di uno chardonnay lasciato a contatto con i lieviti e non filtrato, sta a noi decidere se agitarlo prima dell’uso o lasciare sul fondo quel minimo di deposito. Nella prima opzione avremo sicuramente il vantaggio di sentire tutte le particolari fragranze di questo vino, il fatto che non sia limpidissimo non ha alcuna importanza, soprattutto quando quella velatura non è frutto di errori di cantina. In casa Dellapiana lo chardonnay esiste da tempi lontani, 1978 per la precisione, quando ancora questa varietà era pregio di pochissimi in Langa, nulla di strano quindi se Enrico ha pensato di proporne una versione “altra”, a fare da rinforzo al Langhe Chardonnay e al Metodo Classico Extra Brut (che però è in compagnia di nebbiolo e pinot nero). I punti di forza dello Stërbu sono indubbiamente la freschezza e la bevibilità, i profumi agrumati e di erbe di campo, le sfumature di pesca bianca e susina, i rintocchi floreali e di fieno fresco lo rendono molto gradevole già al naso. Bocca fragrante, freschissima, fatta apposta per invitare a tuffarsi negli stuzzichini prima del pasto, ma capace anche di farsi apprezzare al fianco sia di piatti di pesce che di carne bianca. Io lo proverei con le acciughe al verde e con il vitello con salsa tonnata.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani