Sforzato di Valtellina Infinito 2017

Sforzato di Valtellina Infinito 2017 Tenuta ScerscéDegustatore: Roberto Giuliani
Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 08/2020


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 15%
Produttore: TENUTA SCERSCÉ
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


Rese molto basse, al di sotto del 50%, per questo vino ottenuto da nebbiolo raccolto nella prima settimana di ottobre e lasciato appassire fino al primo dicembre. Almeno 20 giorni di macerazione sulle bucce con i consueti rimontaggi e follature. Matura 12 mesi in tonneaux e affina altri 12 mesi in bottiglia.
Devo fare un plauso alla mano sapiente dell’enologo Attilio Pagli, lo Sforzato a mio avviso è un vino molto difficile da interpretare, si rischia sempre di spingere troppo, di appesantire, di “amaroneggiare”, con la 2017 poi il pericolo era ancora più evidente, vista l’annata particolarmente calda. Ma qui siamo comunque dai 500 metri in su, la notte la temperatura scende sempre quel tanto che serve a garantire che le uve non si cuociano già in pianta.
Di fatto ho davanti un vino che ha mantenuto l’eleganza, che al naso non spara l’alcol ma profumi intensi di frutta e spezie senza virare su “effetto marmellata”, il legno è dosato benissimo, la freschezza non manca.
Questo nebbiolo così indirizzato ci propone sottili sfumature di chiodo di garofano, cardamomo, pepe, cannella, liquirizia, prugna, erbe di montagna e molte altre cose. Al palato emerge, ovviamente, la confettura, il frutto sotto spirito, l’appassimento di due mesi porta anche queste sensazioni, ma l’acidità non manca, il tannino è quasi un velluto, tutte cose che sto percependo ad agosto, in piena estate, immaginate berlo a novembre, con temperature più adeguate a un rosso di questo tipo! Il mio consiglio è di aspettare l’autunno, per potergli accostare piatti degni, più ricchi e succulenti oppure di spostarvi in montagna, dove spesso la cucina rimane invariata e ci si può sbizzarrire con le carni, i porcini, i finferli e tutto ciò che può dare sapore e gusto montanaro. Sarà una cena indimenticabile.

RECENTI

  • Malanotte del Piave Notti di Luna Piena 2013

    Malanotte del Piave Notti di Luna Piena 2013

  • Romagna Sangiovese Superiore I Quattro Bastioni 2018

    Romagna Sangiovese Superiore I Quattro Bastioni 2018

  • Romagna Albana Secco Belladama 2019

    Romagna Albana Secco Belladama 2019

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2020 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani