Sannio Barbera Barbetta Assenza 2017

Sannio Barbera Barbetta Assenza 2017 Antica Masseria VendittiDegustatore: Roberto Giuliani
Valutazione: @@@@
Data degustazione: 06/2019


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: barbetta
Titolo alcolometrico: 15%
Produttore: ANTICA MASSERIA VENDITTI – Azienda Agricola di Nicola Venditti
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro
Vino Bio:
Vino senza solfiti aggiunti:


Come avevo dettagliatamente spiegato qui, la barbera che dimora nei vigneti aziendali non ha nulla a che vedere con quella piemontese, infatti si tratta di “Barbetta”, una varietà locale che rischiava come tante di andare perduta e che, giustamente, porta nel nome la “barbetta” di un antenato dei Venditi, responsabile di averla salvata dalla fillossera negli anni ’30, impiantandola su portainnesto americano nei campi sperimentali dell’azienda.
Il nome in etichetta “Assenza” nasce da un progetto del 2011 di Nicola Venditti, che ha voluto fare un ulteriore passo in avanti affiancando alla lavorazione in biologico la scelta di non aggiungere solfiti, lieviti selezionati ed enzimi. Un ulteriore passo avanti che testimonia l’impegno e la ricerca che da sempre contraddistinguono la filosofia Venditti.
Solo acciaio, fermentazione di circa 18 giorni, decantazione a freddo, stabilizzazione tartarica e microfiltrazione, poi alcuni mesi di affinamento in bottiglia.
Impressionante la consistenza di colore nel calice, un rubino violaceo fitto, quella materia che puoi già immaginare alla vista la ritrovi anche nell’espressione odorosa: una decisa nota di marasca matura si affianca a ricordi floreali, ma di frutta ce n’è tanta, visciola, prugna, ciliegia nera; si coglie una particolare sfumatura di cannella, poi sfumature fra inchiostro e sanguinaccio.
In bocca non tradisce le attese, su una base piacevolmente vinosa attacca con nerbo e perfetta vena acida, tannino gradevolmente misurato, potenza alcolica abbondantemente mascherata da un frutto generoso e succoso, spunti pepati e sapidi accompagnano un finale che mette allegria e appetito.
Quattro chiocciole alte.

RECENTI

  • Syrah Morrone 2012

    Syrah Morrone 2012

  • Colli della Sabina Rosso Domina Sabinae 2016

    Colli della Sabina Rosso Domina Sabinae 2016

  • Pecorino 2018

    Pecorino 2018

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2019 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani