Pinot Nero Ariolo 2003

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 12/2005


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: pinot nero
Titolo alcolometrico: 12,5 %
Produttore: TENUTA SCARPA COLOMBI – Colombi Wines
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Chi conosce il pinot nero sa perfettamente che è quantomeno improbabile che il vitigno sia in purezza in quei vini dove il colore appare concentrato e impenetrabile. Anche se le selezioni clonali o le zone calde del sud (ma che senso ha coltivare un pinot nero in Sicilia o in Puglia?) possono aiutare, rimane il fatto che quest’uva dà il meglio di sé in luoghi freschi, con buona escursione termica e terreni argillosi e marnosi, scarsamente fertili e, se si vogliono sviluppare al meglio le sue qualità organolettiche non si deve forzare la mano nel tentativo di produrre un vino dai grandi estratti, concentrato e colorato. E l’Ariolo è indubbiamente un pinot nero dai tratti riconoscibili: il colore è un bel rubino limpido e trasparente, dai bei riflessi luminosi. Al naso si apre senza difficoltà, offrendo un bouquet interessante e gradevole, dapprima floreale di rosa, viola e ciclamino, per poi mostrarsi pienamente nel frutto, ciliegia netta, ma anche lampone e fragola di bosco, su un sottofondo appena ammandorlato e dai toni fumé. Al gusto è delicatamente tannico, corrispondente nel frutto e di buona freschezza; un vino non complesso ma di estrema gradevolezza, abbastanza lungo nella persistenza da consentirgli abbinamenti con pasta al forno con polpettine di carne, ragù di coniglio, tagliata di petto d’anatra, carré di agnello al forno.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani