Isonzo del Friuli Friulano 2009

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 11/2011


Tipologia: DOC Bianco
Vitigni: tocai friulano
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: FERESIN – Azienda Agricola Feresin Davide Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Davide Feresin gestisce con passione dal 1994 l’azienda fondata dal bisnonno mezzo secolo prima, la zona è quella isontina di San Quirino, una frazione di Cormòns. Il Friulano 2009 nasce da piante di quindici anni le cui radici affondano in un terreno principalmente ghiaioso. Bassa resa (60 quintali per ettaro) e vinificazione con macerazione a contatto con le bucce per circa 12 ore, poi 7 mesi in vasche d’acciaio sui propri lieviti e un giusto periodo di affinamento in bottiglia. Il risultato avrebbe potuto sorprendermi se io non fossi un grande estimatore di questo vitigno e convinto assertore delle sue straordinarie doti, non sempre espresse come si potrebbe. Qui, invece, ho trovato un vino perfettamente nelle mie corde, dal colore dorato luminoso e un bouquet che rivela subito gli effetti del metodo di vinificazione, un bouquet intenso dove si alternano accenti di frutta matura ed esotica a fiori di tiglio e biancospino, miele di acacia, ananas essiccato e sfumature di erbe di macchia su uno sfondo di lieviti e gesso. La bocca è perfettamente corrispondente, buona acidità, frutto maturo ma asciutto, senza ammiccamenti zuccherini, una pasta sapida avvolge e arricchisce le sensazioni fruttate in un lungo e suggestivo finale. Bel vino.

RECENTI

  • Inzolia 2016

    Inzolia 2016

  • Masseria Cacciagalli 2012

    Masseria Cacciagalli 2012

  • Mille 2015

    Mille 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani