Granre Arte della Luce Rosso 2012

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 07/2016


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: barbera, croatina, uva della cascina, vespolina e altre uve rosse in piccola percentuale
Titolo alcolometrico: 16 %
Produttore: SACRAFAMILIA – di Anna Mercandelli e Domenico Capeto
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: oltre i 50 euro


I nomi dei vini di Anna e Mimmo sono un chiaro messaggio d’amore verso ciò in cui credono, Granre è dedicato a Gesù, forse è anche per questo che sono così estremi da andare a controllare acino per acino prima di raccogliere e, alla fine, portare in cantina solo tre quintali d’uva per ettaro, a volte anche meno. Tanta dedizione maniacale è frutto di un lavoro che è andato via via sempre più intensificandosi, mentre le etichette si sono fortemente ridotte, oggi sono solo quattro, ciò nonostante il numero di bottiglie è ovviamente basso e il prezzo conseguentemente elevato. Questo rosso ottenuto da barbera, croatina, uva della cascina, vespolina e piccole percentuali di altri vitigni, viene vinificato e maturato esattamente come il Gransol, l’affinamento si svolge solo in vasche di vetroresina. L’obiettivo, evidentemente, è quello di trasferire nella bottiglia tutto il cuore di un anno di lavoro, senza modificare nulla, ma proprio nulla. Ciò che mi impressiona di questo vino è il timbro espressivo, il fruttato che arriva con slancio ha una caratteristica del tutto sua, è fuso e con le erbe aromatiche e con i toni eterei in un connubio di raro fascino, solo agitandolo è l’alcolicità a fare capolino irrorando di spirito le sensazioni fruttate. Portato alle labbra ritrovo quella purezza che caratterizza anche il Gransol, non posso parlare di stile produttivo perché a mio avviso decide tutto il vino, nel suo evolvere di momento in momento, è come se il lavoro di Anna e Mimmo si fosse fermato a un certo punto, lasciando libero arbitrio al nettare di seguire la sua strada, senza gabbie, confini, delimitazioni, restituendo una miscellanea di sensazioni di sicuro impatto e profondità. Davvero notevole.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani