Conte Lucio Ramato Selektion Edi The Nose 2010

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 05/2014


Tipologia: IGT Bianco
Vitigni: pinot grigio
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: LA BELLANOTTE – Azienda Agricola di Benassi Paolo
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


Ogni volta che degusto una nuova annata di questo vino, si fortifica la mia convinzione che sia uno dei migliori Pinot Grigio in circolazione, questa volta parliamo di una selezione del 2010 (già recensito), proveniente da quelle che l’importatore e miglior sommelier svizzero Edi The Nose ha ritenuto essere le migliori “masse” (assaggi a campione). Il colore intenso, quasi oro antico con riflessi ramati, potrebbe collocarlo fra i cosiddetti “orange wine”; ancora una volta un bouquet strepitoso, giocato su mille sfumature, dal miele di bosco al cachi vaniglia, questa volta emergono anche venature agrumate di arancia matura e albicocca essiccata. Una volta assaggiato ti coinvolge per l’ottima freschezza che dà slancio al frutto, alle note di miele, la leggera percezione tannica ne aumenta la forza espressiva, il Conte Lucio si conferma un trascinatore, un vino che ti impone l’attenzione e… stimola fortemente l’appetito! Cercatelo, bevetelo, tenetene qualche bottiglia di scorta perché non ha urgenza di invecchiare, è saldo nella sua già importante complessità.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani