Colli Bolognesi Barbera 2020

Colli Bolognesi Barbera 2020 Alessandro FedrizziDegustatore: Alessio Atti
Valutazione: @@@@
Data degustazione: 03/2023


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: barbera
Titolo alcolometrico: 13,5%
Produttore: ALESSANDRO FEDRIZZI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo medio: da 9 a 12 euro


Può una Barbera nata al sole dei Colli Bolognesi e all’ombra del Castello di Serravalle infondere gioia? Non mi permetto di rispondere al quesito, ma vi lascio nel dubbio e mi risponderete solo quando l’avrete assaggiata.
Premetto che un vitigno alloctono di provenienza piemontese, come la Barbera, ha trovato su queste colline una seconda terra promessa, sviluppando un proprio fenotipo con una sua autenticità. Del resto anche l’illustre enologo Curtaz, afferma che le situazioni geoclimatiche dei Colli Bolognesi gli ricordano le sue Langhe, citando proprio questa spettacolare uva.
Alessandro Fedrizzi, uno dei più giovani e promettenti vignaioli dei Colli Bolognesi raccoglie le sue uve nel vigneto adiacenta la sua azienda, all’ombra del Castello di Serravalle. L’impianto, a cordone speronato, giace su un terreno scosceso composto da argille marnose e sabbie fossili, le uve hanno maturazioni leggermente diverse, quelle nella parte bassa del vigneto sono meno esposte alla luce del sole e subiscono temperature più rigide mentre i filari nella parte più alta sono baciati meglio dal sole e in condizioni di maggiore ventilazione.
Raccolta l’uva a fine agosto, viene lasciata intera per 15-30 giorni, dopo la pressatura soffice resta 4-6 mesi in acciaio per passare in bottiglia in primavera.
La Barbera 2021 è una fresca carezza da dedicare ai momenti migliori che possono essere una piacevole cena o un pranzo in serenità e bella compagnia.
Quando versiamo la Barbera Colli Bolognesi DOC 2020 nel nostro bicchiere vediamo il bel colore rosso rubino violaceo e l’impressione mentre lo ruotiamo un po’ è quella di un puledro di razza. Il naso è una danza di frutti rossi turgidi, ciliegie, fragoline di bosco ma anche frutti neri come il mirtillo e la mora in profondità si avverte un fiore di rosa e spezie scure.
Il sorso fresco ma non troppo, un certo calore ne mitiga l’acidità innata, i tannini, mai ruvidi, ci rammentano la giovane esuberanza, in chiusura arrivano note di prugna e ginepro. Abbastanza intenso e discretamente lungo, direi che questo bel vino ricade nell’equilibrio e credo possa essere lasciato un bel po’ di mesi in cantina. Ben si adatta a piatti come lasagne alla bolognese, allegre grigliate di carne rossa ma lo assaggerei volentieri con un piatto di cacciagione da pelliccia elaborato o con un Parmigiano Reggiano 24 mesi.
In attesa della Barbera Riserva 2018 che non vedo l’ora di assaggiare vi invito sui Colli Bolognesi da Fedrizzi, per affettare qualche fetta di salame e sorseggiare una Barbera Colli Bolognesi DOC 2020. Cin!

RECENTI

  • Manzoni Rosa 1.50 Rosato Extra Dry

    Manzoni Rosa 1.50 Rosato Extra Dry

  • Friuli Colli Orientali Ribolla Gialla Terre Magre 2023

    Friuli Colli Orientali Ribolla Gialla Terre Magre 2023

  • Colli Berici Tai Rosso Corallo 2020

    Colli Berici Tai Rosso Corallo 2020

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2024 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani

mdstudiowebagency - Realizzazione, Restyling, e manutenzioni siti Web
Contatti Tel. 3921585226 - E-mail: mdstudioagency@gmail.com