Chianti Classico Vigna Casi Riserva 2011

Degustatore: Roberto Giuliani
Valutazione: @@@@
Data degustazione: 08/2014


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: sangiovese 85%, merlot 15%
Titolo alcolometrico: 14 %
Produttore: CASTELLO DI MELETO – Viticola Toscana
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


La vigna Casi è situata a 400 metri di altitudine ed ha un’età di oltre vent’anni, la densità è di 5.000 piante per ettaro, quindi alta ma non estrema, se ne ricavano circa 50 quintali, ovvero un chilo d’uva a pianta. Per la riserva i grappoli vengono selezionati e raccolti a mano, diraspati e pressati leggermente, il mosto così ottenuto è avviato alla fermentazione in maniera spontanea in tini di legno troncoconici da 53 Hl. Dopo la fermentazione alcolica il vino resterà ancora a contatto con le bucce per un periodo di circa 20-25 giorni prima di essere travasato in vasche di cemento per favorire l’avvio e lo svolgimento della fermentazione malolattica. Successivamente 50% della massa viene messa in botti di rovere di Slavonia dove sosta per 18 mesi, l’altra metà matura in barrique. Eccolo nel calice, mentre si ossigena rivela un colore rubino di buona intensità con cenni granati all’unghia; profuma di viole, ciliegie, visciole e amarene, nuances speziate di cardamomo e ginepro su una base che si predisporrà al cuoio e al tabacco nei prossimi anni. Al gusto esprime un’ottima materia, freschezza e sapidità, tannino preciso, da riserva senza portarne l’effetto astringente. Persistente e generoso il finale, caldo, di liquirizia e balsamico.

RECENTI

  • Alto Adige Bianco Stoan 2015

    Alto Adige Bianco Stoan 2015

  • Alto Adige Santa Maddalena Classico 2016

    Alto Adige Santa Maddalena Classico 2016

  • Lacryma Christi del Vesuvio Bianco Munazei 2013

    Lacryma Christi del Vesuvio Bianco Munazei 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani