Breganze Torcolato 1999

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 11/2001


Tipologia: DOC bianco dolce
Vitigni: come da disciplinare
Titolo alcolometrico: 12,5 %
Produttore: MACULAN – Azienda Agricola Maculan
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


Esame visivo: Ci avviciniamo con fare quasi religioso a questo vino famosissimo, che non delude, almeno all’occhio, il rispetto da noi mostrato. E’ cristallino, di un bel colore oro antico lucente, di grande concentrazione apparente che lo mostra quasi “irremovibile” nel bicchiere, e quando si riesce a muoverlo, si attacca sui bordi per poi scendere con calma e compostezza, formando archetti fitti che scendono in lacrime larghe: piena consistenza. Esame olfattivo: Impatto subito intenso come il colore, che si apre immediatamente ed in un ordine cronologico veloce ed entusiasmante di profumi di fiori bianchi quali acacia e biancospino subito tendenti al miele millefiori… poi il frutto: mele cotogne e cotognata, uvetta sultanina, e frutti gialli tropicali. Speziature dolci di vaniglia, zafferano, curry e lieve tostato di rovere. Coniuga intensità e complessità. Qualità olfattiva eccellente. Esame gustativo: Dolce, abbastanza caldo, morbido quasi cremoso, pieno.. di più, opulento. No, non è uno sciroppo, l’acidità in esso presente ed una media sapidità, rendono il vino equilibrato, non stucchevole e neanche stancante alla distanza, comunque appagante. In bocca sprigiona tutte le sensazioni olfattive, mostrando tutta la sua squisita sostanza e lasciando il suo ricordo a lungo, dolce fruttato e speziato. Stato evolutivo: Pronto. Giudizio finale: Un’altra conferma delle capacità dei viticoltori veneti: maestri nel saper attendere, nel saper far appassire le proprie uve fino al pieno inverno, nel selezionare i migliori grappoli delle loro vigne, per ricavarne nettari di altissima caratura; un altro vino capace di far impallidire i grandi bianchi dolci del resto del mondo; in linea, ed anche di più, con le nostre aspettative. Questo Torcolato di Maculan ci ha affascinati per la sua pienezza, il suo equilibrio, la sua persistenza. Un altro dei vini da non mancare, da provare almeno una volta nella vita. Lo serviremmo in calici importanti da Sauternes – Recioto di Soave, se non ne avete, vanno bene anche i bicchieri da vino in cristallo lavorato del “servizio buono”. Abbinamenti: Servito fresco, messo in frigo un paio d’ore prima di essere servito, con formaggi quali gorgonzola o roquefort, anche formaggi piccanti e stagionati serviti con miele, fegato grasso d’oca o d’anatra. Meno fresco con pasticceria secca da forno, o anche come vino da meditazione.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani